San Marino, 28 luglio ‘Anniversario della caduta del Fascismo e Festa della Libertà’. Messaggio della Reggenza

Messaggio della Ecc.ma Reggenza in occasione della festività del 28 luglio “Anniversario della caduta del Fascismo e Festa della Libertà”.
 
MESSAGGIO DEI CAPITANI REGGENTI
MAURIZIO RATTINI – ITALO RIGHI
IN OCCASIONE DELL’ANNIVERSARIO
DELLA CADUTA DEL FASCISMO E FESTA DELLA LIBERTA’
Il Consiglio Grande e Grande e Generale nella seduta del 29 febbraio 2012 ha approvato a maggioranza l’istanza d’Arengo per celebrare la festività del 28 luglio quale “Anniversario della caduta del Fascismo e Festa della Libertà”.
Accogliamo con particolare favore l’invito a ricordare quella data nella convinzione che meritino giusta e degna considerazione le vicende che hanno contrassegnato i momenti più significativi della storia del nostro Paese e che hanno consentito di perpetuare i tratti distintivi della nostra identità.
Il 28 luglio del 1943, dopo tre giorni dal crollo del regime fascista nella vicina Italia, si ebbe un analogo epilogo del “ ventennio” a San Marino che tornò, dopo lo scioglimento del Partito Fascista Sammarinese e l’indizione di nuove elezioni, ad essere un Paese libero e democratico.
Una ricorrenza – quella odierna – che rappresenta pertanto l’occasione per ribadire il valore di una scelta, ideale e culturale, volta al rifiuto di ogni logica di sopraffazione e di odio, di qualunque natura essa sia, rendendo altresì omaggio a tutti coloro che hanno combattuto e, spesso, sacrificato la propria vita per difendere i propri ideali di libertà, democrazia e giustizia.
Alle giovani generazioni vogliamo trasmettere il senso di quella libertà che non può mai considerarsi una conquista definitiva ma – come appunto ci insegna la storia – costituisce una realtà in continuo divenire con il modificarsi degli avvenimenti e l’avvicendarsi degli uomini, da salvaguardare e difendere gelosamente affrontando e superando i problemi quotidiani della nostra democrazia.
L’obiettivo raggiunto il 28 luglio 1943 assume quindi il senso profondo di un’indicazione che travalica il tempo per mantenere vivo e inalterato l’impegno morale e civile ad agire secondo i principi democratici ed i valori fondanti la nostra Repubblica, la cui storia millenaria è stata contrassegnata fin dalle origini dall’accoglienza, dal rispetto delle diversità e dei diritti fondamentali della persona, dalla pacifica convivenza e dalla ricerca di rapporti di amicizia e di collaborazione con le realtà esterne.
Ed è sempre ai giovani che, in questa particolare circostanza, desideriamo ricordare che allora, così come in tanti altri momenti critici della storia di questa Repubblica, i Sammarinesi hanno trovato la forza di reagire attingendo energie e saggezza proprio da quel ricchissimo patrimonio di valori sui quali si fonda la nostra antica comunità.
San Marino, 28 luglio 2012/1711 d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy