San Marino. A quando ‘Divo quattrino dicatum’?

Dall’editoriale di Antonio Fabbri, l’informazione di San Marino: Svendita istituzionale e
“Divo quattrino dicatum”
.

(…) Ora, con
un Consiglio che si genuflette
di fronte a tre milioni di euro,
figuriamoci cosa potrebbe fare
di fronte a sei miliardi di dollari.
Eh sì che su quella vicenda,
senza essere nemmeno citata,
se la prese parecchio Asset
Banca. Altro soggetto tenuto
in gran conto dalla politica e
dalla società civile, sia perché
ha un giornale che gli fa da
zerbino, sia perché il rivolo
delle sponsorizzazioni su tutto,
in questo periodo, sgorga da lì.


La squadra di basket e quella
di calcio, la protezione animali,
le associazioni benefiche, i
libri, le ricerche sull’ebraismo,
gli sport speciali, il corso di
cucina creativa. Nessuno può
dir di no alla munifica e disinteressata
benevolenza.

Il tutto
condito da una linea editoriale
praticamente unisona del suo
giornale con la Tv di Stato,
dato che “La Tribuna” non
perde occasione per far marchette
al dottor Romeo, e tutti e
due insieme a fare da sacerdoti
mediatici di una acritica religione
titanica.


D’altra parte siamo a un passo
dal vedere sull’architrave
della Basilica del Santo, culla
e scaturigine dei principi offuscati
di una comunità un tempo
libera, la scritta paventata
da don Eligio Gosti che, visti
certi comportamenti, temeva
di trovarsi di fronte il motto
“Divo Quattrino dicatum”.
(…)

Leggi l’intero articolo pubblicato nei giorni successivi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy