San Marino. Accesso alla tribuna del Consiglio. SottoMarino

L’Associazione SottoMarino interviene sulle proposte di modifica del regolamento dell’accesso alla tribuna dell’Aula consiliare, in senso restrittivo per la popolazione di San Marino.

Di fatto, con questa ulteriore variazione, si vuol far passare all’esterno che chi documenta comportamenti errati di Consiglieri e Governanti (come ad esempio quello dei ‘pianisti’, l’assenteismo in aula, la visione di partite di calcio in streaming e la pratica del gioco solitario sui pc portatili mentre si dovrebbero dibattere Leggi e quant’altro) sia un ‘disturbatore’ del normale svolgimento della Seduta Consiliare, quando al contrario dovrebbero essere previste sanzioni per gli autori di tali comportamenti.

Si tratta di un atto assolutamente antidemocratico, dettato da scelte personali che segnalano chiaramente come San Marino non sia la Terra della Libertà, bensì una Repubblica per pochi ove la classe dirigente propone un nuovo concetto del termine trasparenza.

Vedi intervento dell’Associazione SottoMarino.

Da notare che a San Marino i cittadini non possono accedere ai verbali delle sedute consiliari, perché detti verbali non vengono compilati.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy