San Marino. Adesione all’Unione Europea, PS: “Non ancora chiari costi e benefici”

“A seguito degli accordi intercorsi nelle settimane scorse, il Partito Socialista ha avviato una serie di approfondimenti delle tematiche i cui sviluppi impatteranno fortemente sul futuro di San Marino e dei sammarinesi”.

Lo scrive lo stesso partito politico che aggiunge: “Il primo tema affrontato riguarda i negoziati relativi all’Accordo di Associazione all’Unione Europea, che sembrano ripresi con determinazione in questi giorni.

Dall’esame effettuato nel corso dei lavori svolti dal Partito Socialista, pur ritenendo la strada dell’Accordo di Associazione la via praticabile per San Marino, è emersa la nebulosità dei termini entro i quali i colloqui si stanno snodando ormai da molti anni e la determinazione dei costi e benefici di una simile operazione non sono ancora emersi con chiarezza.

Data l’importanza per il futuro del nostro Paese della scelta da compiere è necessaria la massima trasparenza rispetto alle forze politiche che sostengono la maggioranza e il coinvolgimento di tutte le forze politiche consiliari, al fine di scongiurare salti nel buio.

Nell’augurarsi che tutto ciò avvenga nel prossimo futuro e che sia reso noto lo stato dei lavori in corso d’opera tra negoziatori di San Marino e Unione Europea, il Partito Socialista ha ribadito la necessità del coinvolgimento degli elettori sammarinesi attraverso un Referendum affinchè determini la scelta finale della nostra Repubblica.

Nei prossimi giorni il PS analizzerà il rapporto con la vicina Italia, che rimane fondamentale per San Marino e che si interseca fortemente anche con i negoziati in corso con l’Unione Europea”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy