San Marino, ‘Agenda Digitale’. La risposta della Segreteria Interni ad Osla ed Ecso

La Segreteria Interni replica ad Osla ed Ecso che ieri avevano puntato il dito sulla mancanza in territorio di tecnologia e sviluppo internet anche nell’amministrazione pubblica.

Le nostre leggi n. 159 sulla Documentazione Amministrativa e n.160 sul Procedimento
Amministrativo,
già stabiliscono, così come il Decreto Monti, tempi certi di risposta e
l’obbligo per gli Uffici di acquisire i dati dagli archivi informatici
della PA. Anzi, prevedono addirittura il divieto esplicito di chiedere
agli utenti quei certificati e documenti che attestano stati personali e
dati già in possesso dell’amministrazione.
Anche la banca dati sammarinese dei contratti pubblici (es. appalti) è condivisa fra gli uffici
interessati, ed i contratti privati registrati sono accessibili, non solo agli uffici interessati ma,
anche agli stessi contraenti attraverso la procedura per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi
(IGR). Questa procedura è un esempio concreto di e-government che si
aggiunge ad altre applicazioni e servizi già attivi attraverso il
portale www.pa.sm.
Troppo facilmente si afferma che i servizi
pubblici sammarinesi siano indietro rispetto a quelli della realtà
italiana. Troppo spesso si ritiene che ciò che viene fatto fuori San
Marino sia più avanzato in termini di tempi e modalità rispetto a ciò
che facciamo noi.

 

Leggi comunicato Segreteria Interni

Leggi le interviste di Stiven Muccioli sull’e-Government  a

Valeria Ciavatta (Segretario Interni)

Alessandro Rossi (Coordinatore sinistra Unita)

 

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy