San Marino. Altro elenco (2009) di ‘evasori di San Marino’, Corriere della Sera

Fiorenza Sarzanini di Corriere della Sera  sotto il titolo Il fiscalista dei Camilliani lavorava per i servizi segreti scrive: Paolo Oliverio era un collaboratore dei servizi segreti. Il fiscalista arrestato per gli affari illeciti compiuti con l’ordine religioso dei Camilliani, ha collaborato per due anni con l’Aisi, l’agenzia per la sicurezza interna, all’epoca diretta dal generale Giorgio Piccirillo. È stato ingaggiato nel settembre 2009 per svolgere attività «coperta» senza retribuzione. Ed è stato aggregato alla sezione di intelligence economica. Ha dunque risvolti clamorosi e inquietanti la scoperta del suo archivio informatico che contiene dossier su politici, manager, 007, militari della Guardia di Finanza, personaggi dello spettacolo. Perché adesso bisognerà scoprire chi lo ha assoldato e soprattutto quale fosse la contropartita visto che non risulta aver ricevuto compensi in denaro

(…) Nel 2009 avviene il contatto, attraverso un funzionario, tra Oliverio
e agenti dei servizi segreti. Il commercialista viene ingaggiato
dall’Aisi, l’Agenzia di sicurezza interna, per svolgere «attività
coperta» senza retribuzione. Per accreditarsi come affidabile consegna
all’Aisi l’elenco degli italiani che hanno trasferito soldi a San
Marino

Da Smtv San Marino si è  poi appreso che Paolo Oliverio dal 2007 è amministratore unico di una società costituita a San Marino, la  «Po & Partners Srl» e che fin dal 2010 si sapeva che intratteneva rapporti d’affari con il faccendiere
Flavio Carboni
.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy