San Marino. Anis sulla proposta di Legge sulla Rappresentativita’

L’Anis  interviene sulla proposta di legge sulla Rappresentatività: ‘è di buon senso e non vuol mettere fuori gioco nessuna delle organizzazioni, sia dei
lavoratori che dei datori di lavoro’.

In questi giorni si assiste ad una alzata di scudi contro il progetto di legge sulla rappresentatività.

Qualcuno è giunto perfino a minacciare il ricorso agli organismi internazionali in nome dell’oltraggio alla democrazia.
In verità la necessità di rivedere in chiave evolutiva e più adeguata ai tempi la “Legge per la tutela del lavoro e dei lavoratori”, vigente da più di cinquant’anni, è invece evidente ai più.
Non vi è dubbio che l’aspetto dell’efficacia erga omnes dei contratti collettivi di lavoro va rimodulato con l’introduzione del principio della rappresentatività, al fine di fermare la sua applicazione distorta che sta creando solo caos e confusione.
A sostegno del fatto che si è di fronte ad una situazione irragionevole vi sono anche le valutazioni del magistrato sammarinese che, nell’affrontare la vertenza tra le organizzazioni sindacali, ha evidenziato in tutta chiarezza come l’attuale sistema risulti inidoneo ad assicurare l’unicità e l’univocità della funzione normativa della contrattazione collettiva.

Il principio dell’erga omnes è un tratto distintivo del nostro ordinamento e va preservato. Rispetto a quanto accade oggi va evitato che si possa giungere alla stipula di più contratti collettivi di lavoro per il medesimo settore.

Leggi il comunicato Anis

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy