San Marino. Assemblea Civico10 sull’attuale situazione politica

COMUNICATO ASSEMBLEA C10

Nella giornata di Lunedì 2 Luglio si è riunita l’assemblea del Movimento Civico10 per approfondire l’attuale situazione politica.
L’assemblea ha espresso soddisfazione per l’operato del Movimento nelle ultime settimane, in quanto molte posizioni emerse dagli aderenti sono state al centro del confronto politico nel paese.
SISTEMA BANCARIO E FINANZIARIO
In particolare l’ordine del giorno approvato dalla maggioranza al termine del corposo dibattito sul sistema bancario e finanziario presenta elementi politicamente molto significativi e non scontati.
Infatti si è impegnato il Congresso di Stato ad avviare un confronto con tutti i rappresentanti della politica e con le forze sociali per:
– Una riorganizzazione interna di Banca Centrale, andando a modificare Statuto e Lisf, al fine di trovare un giusto equilibrio fra autonomia tecnica dell’organismo, motivazioni e ricaduta delle scelte; avviando un ragionamento equilibrato e serio, più volte chiesto da Civico10, perché dalla credibilità delle istituzioni passa la credibilità del paese.
In questo senso sarà necessaria una valutazione più precisa e approfondita sull’attività svolta dall’autorità di vigilanza, rispetto agli ultimi avvenimenti che hanno interessato il mondo bancario e finanziario.
– Definire una road map operativa che individui tempistiche, ambiti di intervento e modalità per il perseguimento degli indirizzi politici contenuti nella relazione del Segretario alle Finanze Celli.
Per quanto riguarda il rifinanziamento del sistema la linea espressa è quella del debito come “extrema ratio”, posizione storica di Civico10.
Responsabilmente, anche chi ha sempre criticato questo approccio all’indebitamento come il movimento Rete, è venuto sulle nostre posizioni: il ricorso al debito pubblico avverrà solo se assolutamente necessario con l’obiettivo di salvaguardare tutti i risparmiatori e rilanciare il sistema paese.
Inoltre, durante l’ultimo Consiglio, sono state chiarite, come chiesto dalla cittadinanza e in primis da Civico10, le motivazioni che hanno supportato BCSM a decretare la liquidazione coatta amministrativa di Asset Banca, prendendo atto con preoccupazione delle gravi criticità emerse all’interno dell’Istituto.
Da adesso in avanti auspichiamo che il confronto ed il dialogo con le istituzioni bancarie, sui risultati dell’asset quality review che si stanno tenendo in questi giorni, garantiscano i giusti tempi e le giuste modalità per presentare progetti industriali ed eventuali proposte di ricapitalizzazione.
Successivamente la politica dovrà riacquisire un ruolo centrale nelle scelte sul comparto finanziario dando attuazione al progetto presentato in maniera puntuale e precisa dal Segretario Celli durante l’ultimo Consiglio Grande e Generale.
ASSESTAMENTO DI BILANCIO
Per quanto riguarda l’assestamento di bilancio che verrà avanzato in prima lettura a Luglio, Civico10 vuole porre l’attenzione su una delle proposte utili per raggiungere l`equilibrio dei conti: ovvero quella di chiedere un contributo alle pensioni più alte visto che abbiamo ancora 84 pensionati che percepiscono più di 75.000€ all’anno.
Il movimento crede che sia arrivato il momento di fare le scelte e di iniziare a toccare i privilegi non più sostenibili in un periodo di difficoltà economica.
Per Civico10 le pensioni d’oro, oggi, sono un privilegio inaccettabile pagato da tutti i lavoratori, tra cui tanti giovani.
Le risultanze di questa attività di razionalizzazione della spesa che sarà inserita in assestamento di bilancio e che porterà a chiedere un piccolo sacrificio, in maniera equa e seria, alla collettività, sarà finalizzata al fondo ammortizzatori sociali, per sostenere chi in questo momento un lavoro non ce l’ha, e all’Istituto di Sicurezza Sociale. Questo perché crediamo che il sistema sanitario sammarinese sia un baluardo imprescindibile che va salvaguardato e tutelato.
RILANCIO TURISTICO E COMMERCIALE
Civico10 auspica, infine, una maggior decisione sulle scelte che riguardano il rilancio del settore turistico-commerciale, vitale per lo sviluppo economico di un piccolo Stato a vocazione turistica come il nostro, per costruire assieme agli operatori del settore le iniziative necessarie per elaborare una vera e propria road-map di prospettiva.
L’assemblea crede non più procrastinabile un riavvicinamento con i rappresentanti del comparto turistico e a tal fine proporrà:
– L’istituzione di un commissione mista, con politica e associazioni di categoria, quale interlocutore e utile a coinvolgere tutte le parti nella stesura della programmazione turistica ma anche volta a intraprendere decisioni per la risoluzione dei piccoli problemi quotidiani che però hanno necessità di avere risposte;
– Il puntuale rispetto dell’accordo intercorso fra la Segreteria al Turismo e la società che gestisce il servizio navetta del trenino turistico;
– Di accelerare sul percorso di valorizzazione del comparto congressuale e di intrattenimento

Movimento Civico10

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy