San Marino, auto danneggiate. In fila a chiedere i danni

Corriere Romagna San Marino: Tutti in fila per i danni degli spazzaneve / Oltre una ventina i proprietari di auto che hanno presentato denuncia alla gendarmeria

SAN MARINO. Dopo la tormenta, ora è il momento della conta dei danni: oltre una ventina (per lo più a Borgo e in Città) le denunce in gendarmeria per le auto danneggiate dal servizio spartineve. Chi uno sfregio alla carrozzeria, chi il parabrezza sfondato: vittime di muri di neve che le hanno letteralmente sepolte alla vista del personale che stava invece lavorando per liberarle. Ma danni anche economici (industrie chiuse, oltre il 70% di assenteismo e gli imprenditori chiedono interventi di sostegno al Palazzo) e strutturali: tante le segnalazioni di infiltrazioni d’acqua. E ora, si teme il peggio: con il sole e l’innalzamento delle temperature la paura è che la neve si possa sciogliere troppo velocemente, mettendo a dura prova la tenuta del territorio, già molto franoso. Il Governo, nel giorno della ripresa della vita economica e sociale (ieri c’è stata la riapertura delle scuole), si dice soddisfatto di come è stata gestita l’e m e rgenza e ringrazia i volontari e i dipendenti dello Stato che hanno lavorato senza posa nelle ultime due settimane. E proprio sul fronte scolastico, bisognerà pensare a come recuperare gli undici giorni persi: sono al vaglio le proposte dei dirigenti scolastici (c’è chi pensa a ridurre le festività pasquali) intanto slittano gli esami all’università e l’inizio dei nuovi corsi.      

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy