San Marino. Barriere architettoniche: Il Segretario di Stato Canti si complimenta con l’Università

Il Segretario di Stato al Territorio elogia il nuovo metodo di analisi per definire con quale ordine abbattere le barriere architettoniche elaborato dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino.

“A seguito del comunicato stampa dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino sul metodo di analisi elaborato e testato su cinque edifici pubblici per definire l’ordine di intervento per abbattere le barriere architettoniche, il Segretario di Stato Stefano Canti, esprime il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dal Gruppo di Lavoro per l’abbattimento delle barriere architettoniche, costituito da AASLP, Ufficio Edilizia, UPT ed UniRSM, in virtù soprattutto della sempre più auspicata collaborazione tra i molteplici uffici della pubblica amministrazione e l’Università degli studi della Repubblica di San Marino.

Si apprende con favore che il compito svolto per l’abbattimento delle barriere architettoniche degli immobili dell’Ecc. Camera, ha prodotto diversi elaborati progettuali accompagnati da altrettante attività di rilievo e test su diverse situazioni, in particolare su cinque edifici pubblici che hanno consentito di testare il procedimento adottato e che in sintesi si è tradotto nella predisposizione di un metodo oggettivo, funzionale e pratico.

Alla luce delle risultanze e del metodo individuato per affrontare il tema dell’eliminazione delle barriere architettoniche, la Segreteria di Stato per il Territorio e l’Ambiente ha richiesto al Gruppo di Ldi proseguire l’attività iniziata con successo al fine di poter giungere ad un documento unico e completo che comprenda tutti i 188 edifici pubblici individuati, dando priorità alle scuole, ai centri sanitari ed a seguire agli uffici aperti al pubblico.

Considerata l’emergenza sanitaria che ha imposto un blocco dei lavori pubblici ed ha richiesto di ristabilire delle priorità nel programma dei lavori, in continuità a quanto ad oggi svolto per il raggiungimento degli obiettivi attesi, è stato chiesto al Gruppo di Lavoro di proseguire le attività affinché sia completato e attuato il Piano Pluriennale di Abbattimento delle Barriere Architettoniche sugli Edifici Pubblici, in attuazione all’art. 153 della Legge 14 dicembre 2017 n.140 “Testo Unico delle Leggi Urbanistiche ed Edilizie” ed all’Istanza d’Arengo n.7 del 7 ottobre 2018, attingendo a risorse interne degli uffici che compongono il Gruppo di Lavoro, e all’ing. Vladimiro Selva, già Coordinatore del Gruppo di Lavoro di proseguire nell’attività di coordinamento”.

—-

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy