San Marino. Baseball, European Champions Cup: T&A-Rimini 6-3 (10°)

Senza pathos non è bello. Con le emozioni, quelle vere, si vola. Si va avanti, la Coppa non è finita e la T&A è in semifinale. I Titani vanno avanti 2-0 e poi sotto 2-3, riagganciano Rimini sulla parità ma poi rischiano grosso al 9° e solo un out a casa con perfetta assistenza impedisce a Infante di segnare il punto della vittoria dei Pirati. Il tie-break poi è senza storia e la partita finisce 6-3 per la T&A ma prima c’era stata una gara dura, vibrante.

San Marino, con Camacho partente, va avanti 2-0 segnando un punto al 1° (triplo di Poma e grounder di Chiarini) e uno al 2° (doppi di Morreale ed Ermini). Rimini però non ci sta, reagisce e passa sopra tra seconda e terza ripresa. Prima l’1-2 arriva grazie a una base ball a Celli a basi piene (poi Infante è il terzo out al piatto), poi il 3-2 si materializza con tre valide (doppi di Garbella e Duran) e la rimbalzante di Noguera. La T&A, scossa, produce abbastanza poco, ma al 6° due singoli di Epifano e Chiarini permettono a Imperiali di portare a casa il 3-3, pur con una battuta in doppio gioco.

Match teso, incredibilmente emozionante, con Ascanio a raccogliere il testimone all’8° dopo una buona parte centrale di Oberto. Al 9° sembra obiettivamente andata. L’attacco sammarinese si chiude velocemente, quello riminese si apre con la base ball di Ascanio a Infante e l’avanzamento in seconda su bunt. È la giocata successiva a salvare la T&A. La battuta di Caseres, classificata come un doppio, fa correre Infante. Il giocatore di Rimini gira la terza e prova la corsa a casa: pestare il piatto di casa base significherebbe vittoria, ma l’assistenza è perfetta e il tocco di Morreale elimina l’avversario. Dopo una lunga pausa, l’inning si chiude in fretta e al 9° non c’è storia. La T&A dilaga con tre punti. La regola chiama uomo in prima, uomo in seconda e zero out. Ermini è salvo in prima per un errore di guanto di Duran all’esterno centro. Basi piene e zero out, con la grounder di Avagnina che produce l’out a casa ma subito dopo ecco il lancio pazzo del 4-3. Base ball a Ferrini e Poma che, con un’altra rimbalzante, fa entrare il 5-3. E il 6-3? Frutto di un singolo di Ermini. Basta e avanza, nella parte bassa Ascanio lascia a secco le mazze avversarie e la T&A è in semifinale contro il Neptunus Rotterdam.

RIMINI BASEBALL – T&A SAN MARINO 3-6 (10°)

T&A: Ferrini 2b/3b (0/3), Poma ec (1/5), Epifano ss (2/5), Chiarini dh (2/5), Imperiali 1b/2b (1/4), Morreale r (1/4), Reginato ed (0/4), Ermini es/1b (1/3), Pulzetti (Avagnina es 0/1) 3b (1/3).

RIMINI: Celli es (1/5), Infante (Zappone 2b) ss (1/4), N. Garbella 1b (2/4), Caseres dh (1/5), Duran ec (2/4), G. Garbella ed (2/4), Noguera 2b/ss (0/5), Bertagnon r (2/5), Di Fabio 3b (0/3).

T&A: 110 001 000 3 = 6 bv 8 e 1

RIMINI: 012 000 000 0 = 3 bv 11 e 1

LANCIATORI: Camacho (i) rl 3, bvc 6, bb 3, so 2, pgl 3; Oberto (r) rl 4, bvc 3, bb 0, so 1, pgl 0; Ascanio (W) rl 3, bvc 2, bb 2, so 4, pgl 0; Hernandez (i) rl 6.2, bvc 7, bb 2, so 6, pgl 3; Teran (L) rl 3, bvc 1, bb 1, so 4, pgl 0; Escalona (r) rl 0.1, bvc 0, bb 0, so 0, pgl 0.
NOTE: triplo di Poma, doppi di Morreale, Ermini, Pulzetti, Celli, N. Garbella, Caseres, Duran.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy