San Marino. Bavaglio elettorale su Facebook. Anna De Martino, NQ Rimini San Marino

Anna De Martino di  NQ Rimini San Marino (www.nqnews.it):  Nuove denunce di voto di scambio e i centralini della gendarmeria intasati di chiamate dai partiti /
Bavaglio ai candidati su Facebook
/
Sempre più pressante il controllo della segreteria agli Interni sulla campagna elettorale.
Smantellato “Garage di cittadinanza attiva” e sgonfiato il pallone di Noi Sammarinesi

SAN MARINO – Ossessionati dal controllo sulla
campagna elettorale. Riunioni su riunioni, patti di
correttezza tra partiti che fanno “giurin giurello”,
incrociando le dita, dicendosi disponibili a non
chiedere, fino all’ultimo giorno, il voto ai sammarinesi.
E poi la segreteria di Stato per gli Affari
Interni affannata a comunicare le regole, a stabilire
le norme e ora anche a far “abbattere” palloni
aerostatici e a ripulire le sedi temporanee di partiti
e movimenti. Controllo della propaganda elettorale
che si spinge ora a mettere il bavaglio anche ai
blog, a facebook e alla rete, mezzo d’espressione
usato soprattutto dai neonati movimenti, quelli
senza sovvenzioni pubbliche. Insomma, il clima è
talmente teso a San Marino, in questo mese di
campagna elettorale, che il segretario Ciavatta ha
addirittura indetto per lunedì una conferenza
stampa per comunicare che due giorni prima del
voto i candidati con pagine facebook dovranno
astenersi dal postare foto e commenti a sfondo
politico. Zitti e muti anche in quella che è la terra
di nessuno, internet, e che ha offerto fino ad ora,
fino ai tentativi di regolamentazione, uno spiraglio
di libertà di espressione. “Non si possono applicare
vecchie leggi ai nuovi mezzi di comunicazione
– dice Alex Rossi (Cittadinanza Attiva). Ma
almeno che bella giornata lo potrò dire?”. “E’ impossibile
e non è giusto controllare i social network
– dice Alvaro Selva (movimento Per San Marino)
-, quella su facebook è una conversazione
personale, si vuole impedire di mandare mail, forse?”.
“Il problema c’è – dice invece Marco Gatti
(Bene Comune) – noi chiederemo ai candidati di
non postare nulla, sospenderemo la pagina facebook
della Dc. Massima correttezza”. “Un modo
per comunicare con i nostri amici anche in quei
giorni lo troveremo – dice convinto Matteo Zeppa
(Movimento Rete), sembra quasi che vogliano arginare
chi come noi usa molto internet”. “Io non
ho problemi, su facebook vado sempre, non credo
che postare in quei giorni una foto di mio figlio –
dice Marco Podeschi (Upr) – sia contro la legge”
. (…)

 


Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy