San Marino. Bilancio, obiettivo pareggio nel 2016. Corriere Romagna

Corriere Romagna: L’aliquota dell’imposta complementare sui servizi passa dal 3 al 4 per cento / Bilancio, obiettivo pareggio nel 2016 / Quasi 6 milioni in più per le pensioni

SAN MARINO. Una economia relativamente stabile e un bilancio dello Stato che galleggia in acque calme puntando la rotta verso un pareggio a cui approdare nel 2016. Senza «maggiori imposizioni fiscali e neppure provvedimenti straordinari che hanno interessato gli anni passati», ma con una «aliquota dell’imposta complementare sui servizi» che cresce «dal 3 al 4%». Questi i principali contenuti della relazione alla Finanziaria 2016 presentata al Parlamento dal segretario di Stato alle Finanze, Giancarlo Capicchioni, che ha indicato il «disavanzo pubblico previsto per il 2016 a quota 16.453.632,15 euro», con l’obiettivo del «raggiungimento dell’equilibrio di bilancio» nel 2016. Il segretario ha quindi affermato che «la variazione al bilancio di previsione dello Stato per l’esercizio in corso», ha «consentito il ridimensionamento del disavanzo previsionale 2015 stimato in 13.798.949, 36 euro a 7.710.266,77», facendo segnare un «-44,12%» nonostante «l’aumento dei trasferimenti a carico dello Stato per il settore previdenziale che comporterà una maggiore spesa preventivata per il 2015 di 5.952.000 euro». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy