San Marino, Biordi, Usl: ‘hanno paura di cambiare’. La Voce di Romagna San Marino

Francesco Biordi, Segretario Generale dell’Usl (Unione Sammarinese Lavoratori), interviene nuovamente sull’accordo raggiungo fra i sindacati della Centrale Sindacale Unitaria (Csdl e Cdls) e gli industriali dell’Anis, sul rinnovo del contratto per il settore industria della Repubblica di San Marino.

La Voce di Romagna San Marino: Usl Biordi: “Abbiamo proposte innovative e non ci ascoltano. C’è chi pensa che chiudersi sia la salvezza / “Ci escludono, hanno paura di cambiare /  “Serve fare sistema, coinvolgere tutti: è ragionevole tagliar fuori il 15% dei lavoratori?”

Tagliati fuori dall’accordo sulla riforma tributaria ed ora esclusi dal rinnovo contrattuale deciso da Anis e Csu, ma “non molliamo, siamo sulla strada giusta per cambiare le cose e sempre più lavoratori ci sostengono”.

Non è certo soddisfatto, il segretario dell’Usl Francesco Biordi, ma “della gravità delle cose che accadano qui a San Marino non mi stupisco più”, attacca.

“Come sulla riforma tributaria, anche sul rinnovo contrattuale hanno fatto capire che la logica è sempre quella, ci escludono perché sanno che le nostre proposte possono cambiare il sistema di San Marino, quindi anche ridimensionare certi poteri, ormai retaggio culturale di un passato antico, quasi medievale”.

“Ma siamo nel 2012, l’economia ed il mondo del lavoro cambiano ogni giorno, e la crisi se affrontata come si deve può essere l’opportunità per cambiare le cose che non funzionano. Però”, avverte Biordi, “una cosa è certa: in questo momento di difficoltà la prima cosa è fare sistema, condividere le riforme con tutti gli attori del processo, se sono solo operazioni di vertice, come quella di Anis e Csu, sono destinate a fallire”.  (…)  

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy