San Marino. Casale la Fiorina, Usl: ‘Il Governo preferisce far finta di niente’

L’Unione Sammarinese dei Lavoratori porta nuovamente all’attenzione dell’opinione pubblica il problema del destino dei dipendenti del ‘Casale la Fiorina‘. A inizio febbraio l’organizzazione sindacale aveva inviato al Congresso di Stato e al Comitato Esecutivo ISS la richiesta di avviare subito un confronto per affrontare la tematica, corredata dalla raccolta firme alla quale avevano aderito quasi tutti i dipendenti: ad oggi- scrive l’Usl- ‘nonostante i ripetuti solleciti, ancora nessuna risposta, soprattutto dal Governo che, a quanto pare, preferisce fare finta di niente, consapevole che si troverà a gestire l’ennesima “patata bollente”.

L’imminente unione della struttura con la Casa di Riposo ISS, infatti, pone molti interrogativi circa il futuro di questi lavoratori e, dato che il fabbisogno ISS è ancora in definizione, è imprescindibile stabilire quali e quante risorse umane destinare alla futura struttura accorpata, considerando che ai tavoli ufficialmente si è già parlato di esuberi di personale. Visto che stiamo parlando di quasi 50 lavoratori e rispettive famiglie, crediamo sia necessario discuterne per tempo, cercando di individuare tutte le soluzioni possibili per evitare l’ennesima pesante perdita di posti di lavoro.

Leggi il comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy