San Marino. Caso Gumina, il ‘silenzio assordante’ del Governo. Augusto Casali

Augusto Casali, Presidente del Partito Socialista sull’assordante silenzio del Governo e della maggioranza sul caso Gumina.

Stupisce l’assordante silenzio del Governo rispetto alle dichiarazioni fatte dai rappresentanti del Partito Socialista nel corso della conferenza stampa della scorsa settimana, in cui hanno diffusamente parlato dell’incarico affidato, quale Commissario Osservatore come  consulente della  Segreteria di Stato per le Finanze, al Dott. Antonio Gumina.

Stupisce che di fronte alle accuse di violazione dell’art. 18 dello Statuto di Banca Centrale  nessuno reagisca, qualcuno magari indignato altri per verificare come sarebbe suo dovere.

Stupisce il mutismo di tutto il Governo e della maggioranza che lo sostiene. E’ un muro di gomma e si percepisce in questo atteggiamento enorme imbarazzo.

Stupisce che nessuno voglia approfondire la cosa per verificare se quanto affermato dai Socialisti risponda al  vero e soprattutto stupisce che nessuno si chieda quali siano i veri motivi del perché ciò sia  potuto succedere.

E di fronte a tale spettacolo, che cosa possono pensare i nostri concittadini?

E che cosa possono pensare quei sammarinesi ai quali qualche anno addietro, alla vigilia di Natale,  era negato il loro stipendio e la loro pensione perché avevano conti correnti presso una banca commissariata e in blocco dei pagamenti, quando nello stesso periodo dalla stessa banca è uscito un bonifico di circa 1.200.000 Euro con il beneplacito della vigilanza?

Dopo non stupiamoci se la gente è sempre più distante dalla politica. Se la politica è

questa!     

San Marino, 9 giugno 2014

                                        Augusto Casali

[c.s.]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy