San Marino. Chiude con Mozart la Rassegna Musicale d’Autunno 2015

SAN MARINO. “Dalla penna di Mozart” è l’ultimo appuntamento della Rassegna Musicale d’Autunno. Un’autobiografia attraverso le lettere e le Sonate per Pianoforte con Andrea Padova al piano. Appuntamento domenica 6 dicembre alle 16.30 presso la Sala Fondazione San Marino. Ingresso. 

Il concerto prevede l’esecuzione di alcune delle più significative sonate del genio di Salisburgo corredate dalla letture di alcune lettere che, insieme a curiosità biografiche sull’autore, rivelano l’atto creativo, l’ispirazione e le emozioni che hanno portato alla scrittura di capolavori immortali, fondamentali per lo sviluppo e la consapevolezza della civiltà occidentale. Fra le mille luci del Natale, un concerto che brilla per profondità e bellezza. Info: 0549.906870. 

Andrea Padova si è imposto all’attenzione della critica con la sua vittoria allo “J.S.Bach Internationaler Klavierwettbewerb” nel 1995. Da allora ha tenuto concerti in tutto il mondo, suonando in sale e per istituzioni come il Teatro alla Scala di Milano, l’Accademia di S.Cecilia in Roma, Teatro Massimo di Palermo, Carnegie Hall di New York, Washington Performing Arts Society, Tokyo Opera City Concert Hall, Gasteig di Monaco di Baviera, Granada Festival. Ha studiato Pianoforte con Vincenzo Vitale, Aldo Ciccolini ed Eric Larsen e Composizione con Gino Marinuzzi e Franco Donatoni, perfezionandosi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Ha inoltre studiato Fortepiano con Melvyn Tan e Paul Badura-Skoda e suonato fortepiani e pianoforti storici tra i quali, tra l’altro, Walter, Stein, Graf, Schantz, Bradwood, Pleyel, Érard, Streicher, Bechstein, Bösendorfer, Steinway & Sons.  Andrea Padova incide per Stradivarius. I suoi dischi hanno ottenuto riconoscimenti da critici come Harold C. Schonberg, che gli ha riconosciuto “una forte personalità, convinzione, libertà, stile”. La sua incisione delle Fantasie di Bach è stata segnalata dalla rivista “CD Classica” come uno dei tre migliori dischi pianistici del 1997 (”Best of 1997”). Nel 2005 il suo disco dedicato a composizioni di Ferruccio Busoni ha ottenuto riconoscimenti, tra gli altri, dall’autorevole rivista “Gramophone” che ha così scritto: “He creates some of the same dark, sustained, organ-like tone that marks Rubinstein’s hypnotic 1934 recording. An ideal advocate for Busoni”. Nel 2008 ha debuttato al Teatro alla Scala con l’Orchestra Sinfonica del Teatro e nello stesso anno gli è stato assegnato il Trofeo Insound 2008 come “miglior pianista italiano” per la sua attività discografica e concertistica. Nel 2009 ha inciso un cd dedicato a Schumann per il quale la critica gli ha riconosciuto una “maestria insuperabile” (MF). Della sua interpretazione della Sonata op. 11 la prestigiosa rivista musicale “Fanfare” ha scritto: “Padova, con questa tempestosa lettura, non è secondo a nessuno”. Nel 2010, alternando brevi brani di Bach a propri pezzi originali, ha ideato ed eseguito il ciclo “Preludi & Interludi”, per il quale l’Examiner ha scritto: “Padova’s inventive voice is decidedly his own. Pleasently intriguing”. Andrea Padova è stato il compositore italiano scelto per il 2011 dall’Associazione “MusMA – Music Master on Air”, una cooperazione fra dieci importanti Festival Europei e Stazioni Radio europee. Il cd con la sua attesa incisione delle “Variazioni Goldberg” di J.S.Bach, (Stradivarius, 2014) ha già registrato consensi entusiastici. Della sua esecuzione in concerto di questo capolavoro il Washington Post ha scritto che l’esecuzione di Andrea Padova “trasmette il senso di superare con successo i limiti delle possibilità umane.”

Spesso invitato a tenere Masterclasses in Europa, Stati Uniti e Giappone, è stato presidente o membro delle giurie dei Concorsi Internazionali Pianistici “J.S.Bach”” (Würzburg), “S.Thalberg” (Napoli) e “E.Porrino” (Cagliari). 

Comunicato Stampa 

 



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy