San Marino. Cittadino russo, problemi di ordine pubblico al Pronto Soccorso

Cittadino russo, già fermato per guida in stato di ebbrezza, intralcia le attività dei sanitari del Pronto Soccorso di Cailungo.

Nella serata di ieri 02 ottobre, una pattuglia della Gendarmeria interveniva al Pronto Soccorso in quanto un cittadino russo (già noto alla cronaca per essere rimasto coinvolto il giorno precedente  in un sinistro stradale a Borgo Maggiore), stava causando problemi di ordine pubblico e intralcio al, a causa del proprio   dovuta all’assunzione di bevande alcoliche. Il soggetto, dopo gli accertamenti sanitari veniva accompagnato presso il Comando e custodito nella cella di sicurezza in quanto, stante l’elevato tasso alcolemico rilevato (3,46 g/l)  risultava pericoloso per se stesso e per gli altri. Nella giornata odierna, al termine delle formalità del caso, perfezionate alla presenza del difensore d’ufficio e dell’interprete di lingua russa, l’uomo, su disposizione del Commissario della Legge, dopo aver depositato la stabilita cauzione,  è stato rimesso in libertà. All’uomo è stato contestato il misfatto di manifesta ubriachezza.

A conclusione dell’attività, dopo che il prevenuto ha saldato le spese che aveva lasciato insolute in Repubblica, il Comando della Gendarmeria ha adottato il provvedimento di allontanamento dal territorio.  

[c. s,]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy