San Marino. Coinvolti da Vargiu un poliziotto a Rimini e due gendarmi a San Marino

Salvatore Vargiu, con agenzia di investigazione a San Marino (Cio), per racimolare prove false sul comportamento del marito di una sua cliente, si servì, a quanto pare di un poliziotto di Rimini  nonché del contributo, non si sa quanto consapevole,  di due gendarmi sammarinesi.

I fatti sono emersi  durante l’indagine Criminal
Minds
.  

I fatti risalgono alla fine del 2008, quando un sammarinese venne arrestato per
spaccio di eroina. Gli trovarono 2 grammi e mezzo di droga, occultati con una
calamita sotto un paraurti della sua auto. Il controllo era stato organizzato
appositamente e il poliziotto ha cercato più volte di indurre in errore i suoi
colleghi per convincerli a perquisire la macchina e il sammarinese, proprio alla
ricerca di stupefacenti. Le direttive arrivavano da Vargiu che, per soddisfare
le richieste di una sua cliente, voleva incastrare l’ignara vittima. Il
sammarinese, venuto a conoscenza dei risvolti dell’indagine, ha querelato per
calunnia l’ex moglie: sospettando sia stata lei l’ispiratrice della trappola ai
suoi danni per ottenere l’affidamento esclusivo del figlio. Per le sue
prestazioni, pedinamenti compresi, il poliziotto ha ricevuto assegni bancari per
un totale di 9mila euro su un conto sammarinese. I due gendarmi, indagati per
calunnia, avrebbero fornito segnalazioni false alla polizia riminese sul
presunto spacciatore poi fermato sulla Consolare di San Marino. L’operazione,
sottolineano le fiamme gialle, è stata eseguita con l’apporto determinante
dell’autorità giudiziaria di San Marino. Grazie alla collaborazione con la
magistratura della Repubblica sono state già eseguite alcune perquisizioni su
rogatoria, sia domiciliari che presso le stazioni della gendarmeria dove erano
in servizio i due militari sammarinesi indagati
.(da Smtv San Marino)

Leggi

l’ordinanza a firma del Gip di Rimini   dott.ssa  Fiorella Casadei

il comunicato Guardia
di finanza di Rimini
,

Leggi sulle  persone coinvolte e capi di imputazione

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy