San Marino. Colloqui con servizi segreti e parlamentari dell’antimafia. “Nessuna autorizzazione”

Colloqui con servizi segreti e parlamentari dell’antimafia. “Nessuna autorizzazione era stata data alla Tomasetti”

Oltre al verbale del Congresso di Stato anche le testimonianze univoche di tre segretari smentirono la presidente di Bcsm

Delle affermazioni della presidente della Banca Centrale Catia Tomasetti ai membri di governo, che riferì il 5 aprile del 2019 di avere colloquiato con il generale dei servizi segreti Luciano Carta per metterlo a parte della situazione di San Marino e del suo sistema bancario, non riferiscono solo il verbali della riunione del Congresso di Stato. Infatti, a confermare che la stessa presidente disse dei suoi rapporti con il capo dell’Aise e con non meglio precisati esponenti politici della Commissione antimafia italiana, sono anche i membri di governo di allora, che si preoccuparono parecchio del riferimento ai servizi segreti italiani. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale pubblicato dopo le 22

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
Puoi usare Paypal cliccando qui:
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
SM78R0606709802000020148782

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy