San Marino. Comitato di Coordinamento per la tutela dell’ambiente sul recente incidente di caccia

Il Comitato di Coordinamento per la tutela dell’ambiente, della fauna e della salute dei cittadini interviene sul recente episodio in cui un cacciatore ha rischiato di perdere la vista a Fiorentino, a causa di un incidente durante una battuta di caccia.

Vittima un uomo, colpito alla faccia e alle mani da diversi pallini,
usciti dall’arma di un cacciatore, incurante delle distanze di sicurezza
ed a quanto pare del tipo di bersaglio preso di mira. Non va
dimenticato che lo scorso anno, la stessa sorte toccò a un bambino
mentre attendeva l’autobus che lo avrebbe condotto a scuola! Risulta
doveroso allora porsi una domanda: perché la caccia? Qual è l’utilità di
una pratica che viene spacciata per “sport” quando di sportivo non ha
nulla, poiché non è né leale né equa, dato che non concede
all’avversario la medesima opportunità, quella di brandire un’arma?
Quali vantaggi porta alla comunità una pratica che risulta pericolosa
per le persone e danneggia l’ecosistema? E’ forse piacevole svegliarsi al
mattino al suono di spari come in trincea con i pallini che giungono
inesorabili a manciate contro le finestre di casa o peggio, addosso per
ferirti gravemente come in questo ennesimo incidente?

 

Leggi comunicato Comitato di Coordinamento per la tutela dell’ambiente

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy