San Marino. Commissione consiliare permanente: scuola, nuovi curricula, programmi formativi. SMNA

Si è riunita oggi a Palazzo Pubblico la Commissione Consiliare Affari Costituzionali & Istituzionali.

La scuola, i nuovi curricula o programmi formativi, il futuro plesso di Fonte dell’Ovo sono tra i temi discussi nel confronto avuto nella Commissione consiliare permanente, riunita oggi a Palazzo Pubblico.
In apertura dei lavori, il presidente Mario Lazzaro Venturini comunica che, per assenza motivata dei relatori, i comma 2,4 e 6 sono sospesi, quindi i commissari si apprestano ad affrontare i due comma rimasti. Qualche riserva, rispetto l’assenza dei consiglieri di Rete, la registra Alessandro Cardelli, Pdcs. “Oggi mi adeguo alla volontà degli altri consiglieri- manda a dire- ma la prossima volta che nessun consigliere di Rete sarà presente, dato che non è affatto solo la seconda volta che succede, tireremo dritto”.
Si passa così al comma 3 , con il riferimento del segretario di Stato per gli Affari interni, Gian Carlo Venturini, sui provvedimenti adottati a seguito dell’approvazione dell’istanza d’Arengo n. 8 de 5 ottobre 2014 “perché l’attuale recapito dei certificati elettorali in occasione di consultazioni elettorali e referendarie, effettuato con raccomandata postale, venga sostituito dall’invio di avviso, agli elettori, delle consultazioni stesse con posta ordinaria”.
Terminato questo, la Commissione affronta un dibattito partecipato al comma 5 “Illustrazione del documento preliminare per definire i nuovi indirizzi per il curriculum del sistema educativo e riflessioni sul polo scolastico”, cui intervengono il segretario di Stato con delega all’Istruzione, Giuseppe Maria Morganti, il Consulente della segreteria di Stato, Prof. Luigi Guerra, e Laura Gobbi, Direttore del Dipartimento Istruzione. “Ci siamo accorti- introduce il dibattito il segretario di Stato Morganti- che i nostri programmi, definiti da decreti di 10, 20, 30 anni fa, risultano molto datati rispetto all’evoluzione del pensiero nel mondo della scuola e questo argomento è sentito prioritario dagli insegnanti”. Di qui l’avvio di un tavolo di lavoro che, dopo oltre un anno di studio, ha elaborato delle proposte per avviare  quella che il professor Guerra non considera una riforma ma “un percorso di innovazione scolastica”. Non si parte da un giudizio negativo sulla scuola di San Marino, assicura il consulente, ma bisogna intervenire,“perché- spiega- la scuola non può aspettare che il mondo sia cambiato troppo”. Infatti “i modelli di insegnamento usati finora non reggono più, siamo di fronte a ragazzi e bambini che parlano in un altro modo”, complice la diffusione delle nuove tecnologie. Il percorso di innovazione a cui la segreteria di Stato e il dipartimento Istruzione sta lavorando riguarderà 700-800 docenti di ogni ordine e grado del mondo scolastico sammarinese. L’aggiornamento dei curricola sarà “costruito insieme agli insegnanti e alle famiglie sammarinese”, non calato dall’alto, assicura l’esperto.
Nel dibattito, da parte dei commissari, emerge un apprezzamento bipartisan per il confronto portato in Aula rispetto alle intenzioni di intervento sul sistema scolastico sammarinese.

 

Di seguito un estratto degli interventi odierni.

Comma 3. Riferimento sui provvedimenti adottati a seguito dell’approvazione dell’istanza d’Arengo n.8 del 05/10/2014 perché l’attuale recapito dei certificati elettorali in occasione di consultazioni elettorali e referendarie, effettuato con raccomandata postale, venga sostituito dall’invio di avviso, agli elettori, delle consultazioni stesse con posta ordinaria e perché ogni elettore venga dotato di certificato elettorale valevole per più tornate, sui cui riportare relativi dati anagrafici, elettorali, nonché annotazione di avvenuta votazione.

Gian Carlo Venturini, segretario di Stato per gli Affari interni

Franco Santi, C10

Gian Carlo Venturini, segretario di Stato replica

Franco Santi, C10

Comma 5.  Illustrazione del Documento preliminare per definire i nuovi indirizzi per il curriculum del sistema educativo e riflessioni sul polo scolastico.

Giuseppe Maria Morganti, segretario di Stato per l’Istruzione

Gian Franco Terenzi, Pdcs

Giuseppe Maria Morganti, segretario di Stato

Prof. Luigi Guerra, consulente

Mariella Mularoni, Pdcs

Franco Santi, C10

Enrico Carattoni, Psd

Roger Zavoli, Upr

Mario Lazzaro Venturini, presidente, Ap

Luigi Guerra, consulente

Laura Gobbi, Direttore Dipartimento Istruzione

Leggi comunicato SMNA

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy