San Marino. Confuorti almeno dal 2014 già “attivo” in Repubblica

L’informazione di San Marino

Confuorti già attivo in Repubblica almeno dal 2014 

Era il 28 febbraio del 2014 quando il Consiglio Grande e Generale, su impulso del governo – del quale facevano parte anche esponenti dell’attuale opposizione come Giancarlo Venturini agli interni, Pasquale Valentini agli esteri, Francesco Mussoni alla Sanità, Iro Belluzzi al lavoro – affrontava un dibattito sullo stato e lo sviluppo del sistema bancario e finanziario di San Marino.

Dopo la relazione dell’allora Segretario alle Finanze, Claudio Felici, era stato concordato e approvato dalle forze politiche un ordine del giorno che ritenendo “strategico e non più prorogabile attuare un piano di lavoro corale per definire futuri scenari di sviluppo del sistema, anche attraverso la partecipazione degli attori principali del settore e l’apporto delle autorità preposte alla sua regolazione”, impegnava il Governo “ad imprimere il massimo sforzo nel negoziato con l’Unione Europea finalizzato a raggiungere le migliori condizioni per un rapporto diretto con il mercato bancario e finanziario europeo, con le istituzioni comunitarie e l’accesso ai programmi di rifinanziamento”. 

Nel decalogo degli adempimenti da mettere in campo fissati nell’ordine del giorno c’era anche quello di istituire  “una ‘task force’ di esperti indipendenti, di espressione internazionale” che avesse “un ruolo chiave nell’esecuzione del progetto di rilancio, allo scopo di valorizzare, potenziare e coinvolgere l’intero sistema nel progetto stesso”.

Quale era questo progetto? E’ qui che salta fuori un documento (foto), datato aprile 2014, elaborato da Advantage Financial S.A., quella del famigerato Francesco Confuorti, dal titolo “Serenissima Repubblica di San Marino – Segreteria di Stato Finanze e Bilancio – Consiglio Grande e Generale – Progetto di Assistenza Tecnica sullo sviluppo del sistema Bancario e Finanziario” All’interno del documento viene specificato il rimando all’autorità richiedente la proposta tecnica e finanziaria: “Segretario di Stato Finanze e Bilancio- Consiglio Grande e Generale del 24-28 febbraio 2014”

Il progetto, così come figura da questa proposta, prevedeva il finanziamento da parte della “Repubblica di San Marino o altro” e sarebbe dovuto durare 5 anni.

La relazione prevedeva già nel 2014 la nomina di quattro esperti chiave, “Key expert” li definisce il progetto di assistenza tecnica, i cui profili proposti somigliano molto a quelli degli ex vertici di Bcsm allontanati dall’attuale governo nell’agosto scorso, Esoperti che, cita questa relazione, si prevedeva fossero “assistiti e coordinati da Advantage e da altri esperti internazionali”.

Emerge quindi che l’Advantage Financial di Confuorti, stando a questa relazione, era già ben nota a San Marino e “utilizzata” nel 2014.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy