San Marino, congresso Servizi CDLS. Settore finanziario ed edilizio in forte contrazione

“La sovranità di un Paese è fatta di autorevolezza, onestà, rispetto
delle regole. La San Marino del futuro deve impegnarsi in questo solco
virtuoso, altrimenti qualsiasi iniziativa di sviluppo e rilancio sarà
destinata miseramente a fallire”. Parte da questa premessa l’intervento
di apertura di Gian Luigi Giardinieri al 6° Congresso della Federazione
Costruzioni e Servizi aperto questa mattina al Palace Hotel.

Il segretario uscente della FCS-CDLS  ricorda  che le società
finanziarie da 80 sono ormai ridotte a pochissime unità, mentre a
seguito di interventi di commissariamento,  di messa in liquidazione e
di operazioni di fusione gli istituti di credito sammarinesi passeranno
da 12 a 7. Ridimensionamento accompagnato da una contrazione dl credito
concesso ai privati  pari al 15,56% nel 2011. “Stiamo aspettando di
vedere se , come già accaduto troppe volte,  andranno in prescrizione le
azioni patrimoniali e penali nei confronti dei proprietari, soci e
amministratori di queste banche: è arrivato il momento di colpire in
maniera severa e forte chi provoca questi dissesti economici”.
Quadro
non certo roseo quello che interessa il settore dei servizi, dove
“crescono in maniera inarrestabile il numero delle aziende che chiudono i
battenti e aumenta il numero di disoccupati e lavoratori in  mobilità”,
mentre il settore dell’edilizia privata è colpito da una profonda
crisi, in  gran parte figlia di progetti immobiliari speculativi,
assurdi e di scarsissima qualità costruttiva, che ha provocato una
espansione incontrollata dei cantieri con la nascita di decine di
imprese edili, molte delle quali erano scatole vuote riconducibili a
pochissimi soggetti, ora agli onori della cronaca giudiziaria, e
l’utilizzo massiccio di manodopera italiana distaccata in maniera
discutibile e di lavoratori “in nero”.
Dentro questo scenario
preoccupante si inserisce poi la questione del blocco contrattuale.
Giardinieri sottolinea che sono circa 5 mila i lavoratori in attesa di
rinnovo, occupati nei settori del credito, edilizia, commercio, turismo e
Azienda di Produzione

Leggi comunicato Cdls

 



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy