San Marino. Consiglio Grande e Generale, 16 dicembre, seconda parte. Agenzia Dire

Il resoconto dell’Agenzia Dire sulla seconda parte dei lavori del Consiglio Grande e Generale nella seduta odierna.

I lavori consiliari proseguono al comma 5, dedicato alla seconda lettura del bilancio di Previsione dello Stato per l’esercizio finanziario 2015, con  l’esame dei 54 articoli del provvedimento. Nel  corso dei lavori, solo alcune proposte di Intesa per il Paese (Upr e Ps) sono state recepite nel testo, mentre quelle presentate da altre forze di minoranza sono respinte.

All’articolo 3 “Bilancio di previsione dell’A.A.S.S.”, viene infatti accolto l’emendamento di Intesa per il Paese per abrogare il comma 2, sul trasferimento all’Aass per il servizio fognature. All’articolo 5, “Bilancio di previsione I.S.S.”, viene concordato un emendamento tra governo e Intesa perché per il 2015 e il 2016 il 15% degli introiti all’Iss derivanti dalla libera professione intramuraria sia destinato a finanziare borse di studio per laureandi e neolaureati in professioni sanitarie. L’emendamento è approvato con 40 voti a favore, 14 contrari e un astenuto.

Civico 10 propone l’emendamento “Art.14 bis – Azioni di responsabilità civile”, per dare mandato all’Avvocatura dello Stato di promuovere azioni di responsabilità civile verso tutti gli amministratori di società che siano cessate negli ultimi 15 anni, in pendenza di debiti di natura tributaria superiori ai 10 mila euro. Lo spiega il capogruppo Andrea Zafferani: “Bisogna che lo Stato faccia tutto il possibile per recuperare anche un centesimo di imposte non versate, le giustificazioni- per quanto vere- fanno legittimamente arrabbiare i cittadini e serve un segnale politico e di concreta volontà di recuperare risorse”. Gian Nicola Berti, Ns, esprime condivisione per il principio dell’emendamento, ma lo ritiene non accoglibile in quanto “sconta un po’ di ingenuità” perché “non possiamo rinverdire- spiega- un’azione di responsabilità già prescritta dopo due anni”. L’emendamento viene respinto.

Si apre un dibattito anche all’articolo 15,“Finanziamento dei Partiti e Movimenti Politici” cui sono presentati due emendamenti da C10 e uno Rete, ma data l’ora, non sono messi ai voti poiché la seduta è stata interrotta. (…)

Leggi il resoconto completo dell’Agenzia Dire

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy