San Marino. Consiglio Grande e Generale. 18 luglio 2014. Seduta del mattino. Agenzia dire

CONSIGLIO
GRANDE E GENERALE 14-22 LUGLIO

VENERDI’ 18 LUGLIO –
mattina

I lavori consiliari riprendono,
come da accordi, con la messa al voto dell’ordine del giorno sulla
questione israelo-palestinese, sottoscritto da tutti i gruppi
consiliari e dai consiglieri indipendenti, che viene approvato
all’unanimità. Il testo sottolinea il sostegno alle iniziative già
intraprese dalla segreteria di Stato per gli Affari esteri, impegna
il governo ad attivare i canali diplomatici per chiedere il cessate
il fuoco e incarica la segreteria Istituzionale di trasmettere la
lettera firmata da tutti i consiglieri ai presidenti degli organi
legislativi di Israele e della Palestina.

Si passa quindi all’esame
dell’articolato del progetto di legge in seconda lettura
“Legge
di riforma in materia di Aviazione civile”
.

Si apre un confronto all’articolo 7
“Direttore generale” su cui sono presentati emendamenti da Rete e
Civico 10 relativi ai requisiti richiesti al dirigente dell’Autorità
per l’aviazione civile e la navigazione marittima.

[Leggi report Agenzia Dire]

Roberto Ciavatta (Rete)

Franco Santi (Civico 10)

Marco Podeschi (Upr)

Mimma Zavoli (Civico 10)

Tony Margiotta (Sinistra Unita)

Gian Matteo Zeppa (Rete)

Nicola Renzi (Ap)

Marco Arzilli, Segretario di Stato
all’Industria

Gli emendamenti sono respinti e
l’articolo 7 viene approvato.

All’articolo 10, “Dotazione di
personale”, sulla figura del Responsabile Tecnico, sono stati
presentati vari emendamenti dalla minoranza su cui si apre un
confronto. Il segretario di Stato per l’Industria,
Marco
Arzilli, propone di inserire nel testo l’indicazione del

livello ottavo, invece che nono, per la figura del
Responsabile Tecnico, “senza andare a toccare la qualifica che è
necessaria sia che esso sia laureato che diplomato”. La proposta di
modifica viene accolta e gli emendamenti ritirati. I lavori si
interrompono all’articolo 49.

La seduta del pomeriggio si aprirà
con le nomine dell’Università che erano state rinviate nei giorni
scorsi, per poi proseguire con l’esame della Riforma dell’Aviazione
civile.

Di seguito il testo dell’
Ordine del giorno sulla questione israelo-palestinese
approvato all’unanimità:
“Il Consiglio grande e
generale, considerando il grave deterioramento dei rapporti fra
Israele e Stato Palestinese, preso atto della rapida evoluzione del
conflitto in corso nella Striscia di Gaza, valutate le gravi
conseguenze per la popolazione e del crescente numero di vittime
civili, ribadendo l’assoluta contrarietà della Repubblica di San
Marino a qualunque forma di violenza;

sostiene l’iniziativa già
intrapresa dalla segreteria di Stato per gli Affari esteri nei
confronti delle Autorità israeliana e palestinese; impegna
ulteriormente il governo ad attivare i propri canali diplomatici al
fine di chiedere l’immediato cessate il fuoco e la ripresa del
dialogo e del confronto fra le parti;

da mandato alla segreteria
Istituzionale di trasmettere la lettera firmata da tutti i membri del
Consiglio grande e generale ai Presidenti degli Organi legislativi
israeliano e palestinese”.

San Marino, 18 luglio/01


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy