San Marino. Consiglio Grande e Generale. 19 febbraio 2015. Seduta pomeridiana. Agenzia Dire

CONSIGLIO
GRANDE E GENERALE 19-25 FEBBRAIO 2015

GIOVEDI’
19 FEBBRAIO- prima parte della seduta pomeridiana

La
crisi in Libia e in Ucraina, ma anche i furti sul territorio, sono i
tre punti centrali del riferimento del segretario di Stato per gli
Affari esteri
Pasquale Valentini, in apertura
del lavori consiliari odierni. E proprio il tema della sicurezza è
quello più ripreso nel corso del dibattito in comma comunicazioni.
Nel suo intervento il segretario Valentini porta all’attenzione
dell’Aula i dati degli ultimi anni:
“Statisticamente il
numero dei furti non risulta aumentato, ma diminuito- osserva- nel
2011 si sono registrati 285 furti, nel 2012 sono stati 300, mentre
nel 2103 il numero è sceso a 198, nel 2014 infine sono stati 201”.
Lo stesso segretario di Stato riconosce comunque che “un maggior
coordinamento tra le nostre forze di polizia e l’attuazione del
riordino rappresenti un’urgenza cui faremmo bene a dare prima
possibile corso”. Quindi
Alessandro
Mancini, Ps

esorta il governo a “dire cosa si vuole fare concretamente per la
gestione e il controllo del territorio” di fronte quella che
definisce “un
‘emergenza microcriminalità”.
Annuncia la presentazione di un progetto di legge sulla legittima
difesa
Marco Podeschi dell’Upr.

Roberto
Ciavatta, Rete

interviene sulla Centrale del latte e sull’iniziativa dell’Arengo
della cittadinanza.
Per
Gian Matteo Zeppa, Rete
San Marino attira le mire dei criminali e “lo Stato
deve
evitare che queste persone entrino nel territorio”. Lo
stesso consigliere presenta tre ordini del giorno, tra cui uno con
cui si chiede di predisporre un regolamento sul vitto offerto nel
carcere sammarinese che preveda “la fruizione di pasti serviti da
mense di proprietà dello Stato”.

Lorella
Stefanelli, Pdcs

riferisce

l’esito della prima sessione plenaria dell’Assemblea parlamentare del
Consiglio d’Europa, in cui i temi affrontati sono stati quelli
relativi ai fatti di Parigi e la situazione in Ucraina. La
recessione economica e la mancanza di iniziative per invertire la
tendenza sono invece sottolineate nell’intervento di
Nicola
Selva, Upr
.
Manuel
Ciavatta, Pdcs
,
esorta i consiglieri Rete a comunicare alla cittadinanza che
l’iniziativa dell’Arengo parte da loro.

Luca Santolini, C10,

rimprovera all’esecutivo le “sparate” su futuri nuovi posti di
lavoro: “E’ diventata una barzelletta per chi lavora- manda a dire-
e una presa per i fondelli per i disoccupati”.

Tony
Margiotta, Su
torna
sui furti: “E’ importante intervenire in tempi brevi- sottolinea-
ma sono assolutamente contrario ad armare le famiglie sammarinesi”.

Il segretario di Stato per il Territorio,

Antonella Mularoni
,
interviene per dare gli ultimi aggiornamenti e chiarimenti sulla
vicenda della Centrale del latte, mentre il segretario di Stato con
delega ai Rapporti con l’Aass
,
Teodoro Lonfernini,

risponde alla richiesta avanzata dai consiglieri di C10 sulle
iniziative messe in atto nella Pa per ridurre l’uso delle bottiglie
di plastica. L’ultimo intervento del dibattito è quello di
Andrea
Zafferani di C10

che in merita alla sicurezza, invita lo Stato a “puntare a una
riorganizzazione dei corpi di polizia” e “a non risparmiare
risorse in questo settore”. Prima di chiudere il comma
comunicazione, l’Aula affronta le risposte dei segretari di Stato
alle interpellanze. I lavori proseguono con le istanze di assunzione
della cittadinanza sammarinese.

[Leggi Report Agenzia Dire]

Di seguito una sintesi degli
interventi del comma Comunicazioni:

Pasquale
Valentini, segretario di Stato per gli Affari Esteri
Alessandro
Mancini, Ps
Roberto Ciavatta, ReteMarco
Podeschi, Upr
Gian Matteo Zeppa, ReteLorella
Stefanelli, Pdcs
Nicola
Selva, Upr

Manuel
Ciavatta, Pdcs
Luca
Santolini, C10
Tony
Margiotta, Su

Antonella Mularoni, segretario di
Stato al Territorio
Teodoro Lonfernini, segretario di Stato
al Turismo
Andrea Zafferani, C10

Risposta ad alcune interpellanze e
interrogazioni

1) Interpellanza presentata dai
Consiglieri Mimma Zavoli e Franco Santi sull’organizzazione della
Uoc Cure Primarie e Salute Territoriale, per conoscere i dati
relativi all’attività dei Centri Sanitari e alla prescrizione di
esami e farmaci

Risponde il
segretario di Stato per la Sanità, Francesco Musson
i

2) Interrogazione presentata dal
Consigliere Grazia Zafferani per chiarimenti in merito ai certificati
di riammissione scolastica.

Risponde il
segretario di Stato per la Sanità, Francesco Musson
i:
“1. Se sia stata eseguita una ricognizione
generale sulla valenza di tutti i certificati richiesti come
obbligatori, compresi quelli a pagamento, e quali tra questi possano
essere identificati come “inutili, oppure se si ritenga che solo
la Pediatria necessiti di eliminare certificati privi di valenza;

L’UOC di
Pediatria in merito al rilascio dei certificati ed interventi
sanitari in ambito scolastico è regolamentata dalla Delibera n. 18
del Comitato Esecutivo del 12 giugno 2008, dove vi è l’elenco dei
certificati che vengono rilasciati ad esclusivo uso gratuito, per
quanto riguarda la riammissione negli asili nido, per bambini di età
compresa dai 0-3 anni, vi è il Regolamento n.6 del 13 luglio 2007
che all’art.36 dispone per obbligo la presentazione del certificato
di riammissione.

2.
Quali siano state le motivazioni che abbiano fatto ritenere il
certificato in questione inutile e che hanno spinto alla sua
abolizione;

Le
motivazioni che hanno portato all’abolizione del certificato di
riammissione sono frutto del lavoro del Tavolo Tecnico
interdipartimentale composto da rappresentanti della Dirigenza
scolastica e rappresentanti dell’Iss, al fine di migliorare il
servizio per i cittadini.

Come
vengono attualmente gestite le urgenze pediatriche e quali siano i
tempi di attesa;

Riconoscendo
l’impegno profuso in questi anni da tutto il personale medico ed
infermieristico della UDe di Pediatria, si dispone dei dati di
attività dei servizi e sono stati definiti specifici indicatori e
standard di qualità. L’ambulatorio di continuità assistenziale è
aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12:30 e
dalle 15:30 alle 18:30, ed i tempi di attesa per la visita, sono
mediamente inferiore ai 30/60 minuti, l’ambulatorio per le emergenze
è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:00 dalle
16:00 alle 19:00, sabato dalle 9:00 alle 12:30.

In
occasione di fasi epidemiche come quelle influenzali, in cui si
registrano tra i 60/80 accessi per seduta ambulatoriale il tetto di
attesa rimane comunque inferiore alle 2/3 ore con due ambulatori
dedicati.

7. Se
il pediatra sia tenuto ad informare il personale scolastico (quando
il bambino frequenta scuola infanzia, asilo nido), rispetto a
presenza di bambini con malattie come HIV, epatiti ecc, oppure se sia
a discrezione del genitore informare il corpo docente;

In
riferimento alle malattie elencate nell’interrogazione non esistono
casi al momento, in questa direzione il Tavolo Tecnico ha approvato
nell’ultima seduta un documento denominato “Salute a Scuola”,
nel quale vengono riportate le raccomandazioni circa le corrette
modalità di erogazione delle cure in ambito scolastico.

8. Se
si ritenga che l’eliminazione del certificato di riammissione sia la
soluzione che permetterà di scongiurare problemi derivanti da
eventuali comportamenti irresponsabili che portano alla frequenza di
bambini ammalati in comunità;

L’Ude di
Pediatria ha portato tali argomenti all’interno del Tavolo Tecnico
per apportare migliorie in merito, per dare continuità al rapporto
già esistente di collaborazione e comunicazione tra l’Ude stessa,
le Direzioni scolastiche e le famiglie”.

8) Interpellanza presentata dal
Movimento R.E.T.E. in merito alla gestione dei corsi CFP e alla
collaborazione con società private.

Risponde il segretario di Stato
per il Lavoro,
Iro Belluzzi

San
Marino, 19 Febbraio 2015/01

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy