San Marino. Consiglio Grande e Generale, 20 febbraio, seduta mattutina. Agenzia Dire

Seduta mattutina dei lavori del Consiglio Grande e Generale (19-25 febbraio) nel resoconto dell’Agenzia Dire.

In mattinata si conclude l’esame dello “Statuto di Poste San Marino Spa”- ovvero l’allegato A del decreto delegato n. 212  che ha costituito la società- che viene ratificato con 31 voti a favore e 15 contrari.

Nel corso dell’esame dell’articolato sono approvati tre emendamenti concordati con  l’opposizione che, in sintesi, trasferiscono la nomina degli organi di Poste San Marino Spa in capo al Consiglio grande e generale, piuttosto che al Congresso di Stato. In dettaglio, all’articolo 12 “Consiglio di amministrazione”, viene accolto l’emendamento concordato con il Ps, all’articolo 17 “Presidente”, è approvata la proposta di Upr, infine all’articolo 19 “Collegio sindacale” quella di Ps e Ca.

Si passa quindi alla ratifica dei decreti successivi, il n. 213 “Modifiche alla Legge 16 dicembre 2013 n.166, Imposta Generale sui Redditi”, il n.220  “Proroga effetti del Decreto Delegato 29 giugno 2010 n. 123 – “Fabbisogno di personale addetto a funzioni ausiliarie e di supporto operativo nel Settore Pubblico Allargato”. Su quest’ultimo si apre un dibattito in cui l’opposizione lamenta i ritardi e i rinvii della segreteria di Stato. Ultimo decreto ratificato in mattinata è il n.216 “Sospensione straordinaria e temporanea dei termini di cui all’articolo 10, comma 7, della Legge 28 giugno 2010 n.118”. Il segretario di Stato per gli Affari esteri, Pasquale Valentini, interviene per chiarirne i contenuti. “Il decreto- spiega- consente, per le condizioni politiche e sociali dell’Ucraina, che il rientro dei lavoratori temporanei e stagionali possa avvenire, evitando la necessità di dover rientrare per avere il visto/nullaosta”. In questo modo “fino al 30 giugno i lavoratori ucraini- prosegue- non hanno l’obbligo di rientro nel loro Paese e possono usufruire del permesso di soggiorno”. E’ la terza volta che viene adottato un simile decreto, aggiunge, che ha interessato finora una trentina circa di persone, per lo più badanti.

La seduta si interrompe e l’esame dei decreti delegati riprenderà nel pomeriggio.

Interventi

Decreto n. 212 “Costituzione della società ‘Poste San Marino Spa’”.

– Dibattito agli emendamenti di Cittadinanza attiva e di Ps, “articolo 7 bis, Consiglio di sorveglianza”, entrambi respinti.

Andrea Zafferani, C10

Paride Andreoli, Ps

Marco Podeschi, Upr

Mimma Zavoli, C10

Valeria Ciavatta, Ap

Matteo Zeppa, Rete

Giancarlo Capicchioni, segretario di Stato alle Finanze

– Dibattito sugli emendamenti all’articolo 12 “Consiglio di amministrazione” (di Ps, Upr, Rete e Ca). Viene approvato a maggioranza con voto palese l’emendamento del partito Socialista concordato con il governo.

Paride Andreoli, Ps

Nicola Selva, Upr

Mimma Zavoli, Civico 10

Roberto Ciavatta, Rete

Giancarlo Capicchioni, segretario di Stato alle Finanze

Viene concordato il testo dell’emendamento del Ps

Paride Andreoli, Ps

Giancarlo Capicchioni, segretario di Stato alle Finanze

Decreto Delegato n.220 “Proroga effetti del Decreto Delegato 29 giugno 2010 n. 123 – ‘Fabbisogno di personale addetto a funzioni ausiliarie e di supporto operativo nel Settore Pubblico Allargato'”. Ratificato  con 26 voti favorevoli, 16 Contrari e un Astenuto

Mimma Zavoli, C10

Francesca Michelotti, Su

Roberto Ciavatta, Rete

Gian Matteo Zeppa, Rete

Giancarlo Venturini, segretario di Stato agli Affari Interni

Civico 10 presenta un emendamento modificativo dell’articolo 1.

Mimma Zavoli, C 10

Giancarlo Venturini, segretario di Stato agli Interni

L’emendamento è respinto

Leggi il resconto dell’Agenzia Dire

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy