San Marino. Conto Mazzini e il libretto ‘Arrivederci’ con 300mila euro versati da ignoti. L’Informazione di San Marino

Tante le reazioni all’articolo di Antonio Fabbri di L’informazione di San Marino sui nomi dei politici coinvolti nel Conto Mazzini, acceso presso la Banca Commerciale Sammarinese poi  ‘acquisita’ da Banca Asset. Oggi L’Informazione di San Marino torna sul tema.

L’Informazione di San Marino: Negli anni transitati su quel libretto, dal quale sono nati molti della famiglia Mazzini, oltre 4,2 milioni di euro tra il 2003 e il 2007 / La genesi del libretto “arrivederci” con 300mila euro versati da ignoti

SAN MARINO. Quella cifra di 5.448.520 euro transitata sui libretti legati al cosiddetto “Conto Mazzini” e ai suoi “figli” fa impressione. Mazzini Giuseppe era un fantomatico signore, con tanto di residenza, che con la sua anagrafica apriva tutti i libretti al portatore suoi “figli”, poi finiti nella disponibilità di politici e movimentati da imprenditori. Il signor Mazzini aveva pure un indirizzo, in Via Tonini 2. Addirittura, tra chi ha movimentato i libretti, c’è anche chi dichiara per iscritto di operare per conto del signor Mazzini. Gli indagati sono, a quanto si sa al momento, due: Giuseppe Roberti, e l’ex Direttore, Gilberto Canuti, ai quali viene contestato il riciclaggio per le movimentazioni che a loro volta predisponevano su quei libretti. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato il giorno 5


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy