San Marino. Conto Mazzini e rinvii a giudizio, Cittadinanza Attiva: ‘Tutelare la credibilita’ del sistema’

SAN MARINO. Tutelare la credibilità del sistema: è questa la prima preoccupazione che deve essere di tutti. Così Cittadinanza Attiva in una nota odierna dove commenta il rinvio a giudizio di “27 nomi legati al Conto Mazzini, in cui spiccano professionisti di alto livello ed ex Segretari di Stato, nonché politici tutt’ora in Consiglio Grande e Generale”. Un elenco dove – chiosa Cittadinanza Attiva – non ci sono elementi “di novità rispetto a quanto già emerso, con dovizie di particolari, sui media sammarinesi nel corso dell’ultimo anno e mezzo”.

(…) Speriamo non serva più chiedere passi indietro, perché riteniamo che chi ancora non l’ha fatto oggi si trovi costretto dai fatti, e chi non l’ha preteso prima abbia già di che riflettere. Stiamo elaborando alcune proposte politiche, come Cittadinanza Attiva, per dare seguito all’Ordine del Giorno approvato a settembre 2013 e scaduto da più di un anno senza che il Governo abbia dato segni di vita, che chiedeva di regolamentare la sospensione cautelare per i membri delle Istituzioni in caso di procedimenti giudiziari che li coinvolgano. (…)

[Leggi Comunicato]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy