San Marino, Conto Mazzini: Stolfi avrebbe cominciato a parlare

San Marino, indagine
conto Mazzini
.

Fiorenzo Stolfi in carcere dall’8 settembre scorso avrebbe cominciato a collaborare con la giustizia.

E’ in carcere  con l’accusa di riciclaggio e associazione per delinquere dedita al voto di
scambio, alla corruzione e al clientelismo. Dopo l’iniziale interrogatorio di
garanzia, in giornata Stolfi è stato nuovamente ascoltato dai magistrati i quali
mantengono il massimo riserbo sull’esito. “Un interrogatorio molto completo –
riferisce invece l’avvocato difensore, il prof. Luigi Stortoni – Stolfi ha
risposto a tutte le domande in maniera esauriente ma sul contenuto vige la
massima riservatezza”. L’ex Segretario di Stato si sarebbe dimostrato dunque
notevolmente collaborativo, fornendo – secondo indiscrezioni – significative
rivelazioni, per non dire scottanti
, ai fini delle indagini. Cosa che già
potrebbe far tremare i palazzi del potere
(Smtv San Marino. Sì,  ma potrebbe  anche salvare la Repubblica

Decisivi sono stati per il cambiamento di strategia difensiva  gli interrogatori di persone indicate dalle cronache come suoi prestanomi: Moris FaetaniniLoris Villa e Marino Ercolani Casadei

Tirerà in ballo – sarebbe la prima volta – il suo ‘avversario’ storico Gabriele Gatti, mai, però, in tribunale?

Ha influito la notizia del pestaggio Bruscoli?

Stolfi potrebbe essere illuminante soprattutto sulla operazione detta di ‘ingegneria finanziaria’ condotta da Banca Centrale e contribuire fortemente a risanare il  bilancio dello Stato sequestrando le somme erogate a favore dei furfanti  del settore finanza e nascoste con l’operazione Seppia.

La collaborazione di Stolfi potrebbe entrare in risonanza con gli effetti dell’accordo per lo  scambio automatico delle informazioni,  siglato ieri dal neo Segretario alle Finanze, Gian Carlo Capicchioni,  e salvare effettivamente la  Repubblica, proprio  sull’orlo del precipizio.

Da Roberto Morini

 

Fiorenzo Stolfi.  Ricevette a Strasburgo  la comunicazione dell’avvio della procedura di infrazione Moneyval, si dimenticò i termini della trattativa con Unione Europea. Ora può recuperare tutto e ripulire il Paese. E’ il suo momento

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy