San Marino. Convocazione del Consiglio

E’ convocata una sessione del CONSIGLIO GRANDE E GENERALE che si terrà nei giorni di martedì 9 gennaio dalle ore 13.00 alle ore 20.00 e dalle ore 21.15 alle ore 24.00, mercoledì 10 gennaio alle ore 15.00 ed alle ore 21.00 e giovedì 11 gennaio 2018 dalle ore 13.00 alle ore 20.00* con il seguente ordine del giorno:

– Seduta Pubblica – 1. Comunicazioni (Interpellanze/Interrogazioni) 2. Dimissioni della Signora Irene Lonfernini quale Presidente del Collegio dei Sindaci Revisori dell’A.A.S.S. e sua sostituzione 3. Completamento della composizione della Delegazione Consiliare della Repubblica di San Marino presso l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo 4. Completamento della composizione della Commissione per il Lavoro ai sensi dell’articolo 7 della Legge 29 settembre 2017 n.115 5. Dimissioni della Signora Valeria Sacanna da membro della Commissione per le Politiche Giovanili e sua sostituzione 6. a) Dimissioni del Consigliere Denise Bronzetti da membro della Commissione Consiliare per gli Affari di Giustizia e sua sostituzione b) Dimissioni del Consigliere Massimo Andrea Ugolini da membro della Commissione Consiliare per gli Affari di Giustizia e sua sostituzione c) Dimissioni del Consigliere Roberto Ciavatta da membro della Commissione Consiliare per gli Affari di Giustizia e sua sostituzione 7. Nomina del Presidente e di due membri del Collegio dei Sindaci Revisori del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese ai sensi degli articoli 25 e 26 della Legge 30 settembre 2015 n.149 8. Dimissioni della Signora Martina Mazza da membro supplente della Commissione di Disciplina e sua sostituzione

9.Istanze d’Arengo: – Per la riattivazione della ferrovia per il tratto galleria Montale (istanza d’Arengo n.2) – Per l’introduzione di incentivi per l’acquisto di biciclette elettriche (istanza d’Arengo n.5) – Per l’implementazione dell’utilizzo della Smac. In particolare: per il suo uso in quei settori dell’Amministrazione che già richiedono l’utilizzo di una tessera; per l’accredito di una parte dello stipendio; per l’accesso a documenti e certificazioni personali e relativo pagamento; per il pagamento del bollo virtuale (istanza d’Arengo n.6) – Per l’allineamento agli standard internazionali in materia di “planimetrie dei flussi” dei carburanti affinché sia indicato il percorso effettivo di ogni singolo prodotto energetico dalle cisterne agli erogatori (istanza d’Arengo n.11); per la ricezione in via telematica dei documenti emessi al momento dell’approvvigionamento di prodotti energetici presso i depositi italiani autorizzati al fine della certezza delle importazioni e degli CONSIGLIO GRANDE E GENERALE REPUBBLICA DI SAN MARINO approvvigionamenti medesimi (istanza d’Arengo n.12); per l’implementazione del dispositivo elettronico esistente a disposizione dello Stato e relativo all’approvvigionamento e vendita di prodotti energetici al fine di un più puntuale controllo da parte degli organismi preposti (istanza d’Arengo n.13) – Per la restituzione integrale di tutti i depositi e gli affidamenti ai correntisti di Asset Banca (istanza d’Arengo n.16) – Per la revisione del regime fiscale del procacciatore fiscale (istanza d’Arengo n.27) – Per il recupero e la salvaguardia dei “Numeri” disegnati sulle pareti delle vecchie gallerie del treno a memoria dei posti assegnati ai nuclei familiari che vi si rifugiarono durante la seconda guerra mondiale (istanza d’Arengo n.1) – Per l’incentivazione del recupero delle acque e per l’introduzione di contatori dell’acqua di nuova generazione che permettano di verificare le richieste ed il relativo consumo (istanza d’Arengo n.3) – Per la riapertura del Cinema Teatro Turismo (istanza d’Arengo n.18) – Per il riconoscimento del punteggio al tirocinio formativo – TFA – all’interno delle graduatorie per l’insegnamento (istanza d’Arengo n.29) – Per il riconoscimento del servizio didattico effettuato fuori territorio sammarinese (istanza d’Arengo n.30) – Per l’introduzione del marchio registrato “Made in San Marino” (istanza d’Arengo n.4) – Per una modifica del Decreto Delegato 27 aprile 2012 n.44 (Codice ambientale) atta a vietare la realizzazione di impianti di depurazione in prossimità di zone residenziali (istanza d’Arengo n.9) – Per l’installazione in Via Rivo fontanelle, nel tratto di strada che attraversa il centro abitato di Gualdicciolo, due misuratori di velocità nelle corsie dei due sensi di marcia (istanza d’Arengo n.10) – Per l’avvio di uno studio finalizzato al riutilizzo degli antichi sistemi di raccolta acqua e neve ad uso non potabile (istanza d’Arengo n.15) – Per il ripristino delle attrezzature e dei giochi nei parchi e nei giardini pubblici (istanza d’Arengo n.17) – Per la creazione di un invaso per la raccolta di acqua potabile che possa soddisfare almeno in parte le future necessità dei sammarinesi in periodi di criticità idrica (istanza d’Arengo n.20) – Per la tutela del patrimonio arboreo di San Marino (istanza d’Arengo n.24) – Per l’introduzione al secondo comma dell’articolo 1 della Legge n.72/1995 della precisazione che non possono rivestire interesse pubblico quelle istanze d’Arengo contenenti discorsi di odio, razzismo, discriminazione nonché espressioni calunniose, ingiuriose e diffamatorie di individui vivi o defunti (istanza d’Arengo n.14) – Per la riapertura dei termini – e la conseguente proroga di sei mesi – per l’esercizio dell’opzione finalizzata al mantenimento della cittadinanza sammarinese da parte di coloro che al compimento del 18° anno di età non abbiano esercitato tale opzione (istanza d’Arengo n.19) – Per il potenziamento del servizio mensa del Centro Storico di San Marino Città (istanza d’Arengo n.21) – Per la tutela, la conservazione e la valorizzazione della residenzialità nel centro Storico del Castello di San Marino (istanza d’Arengo n.25) – Per l’installazione di una “casa dell’acqua” in ogni Castello della Repubblica (istanza d’Arengo n.26) CONSIGLIO GRANDE E GENERALE REPUBBLICA DI SAN MARINO – Per interventi celeri finalizzati ad arrestare il progressivo declino del comparto sanitario ospedaliero e a recuperarne le condizioni che in passato ne hanno fatto un’eccellenza (istanza d’Arengo n.8) – Per la istituzione di una residenza per anziani con un certo grado di autonomia con la formula di “condominio assistito” in zona prossima al Centro Storico di San Marino Città (istanza d’Arengo n.23) – Per la istituzione di una giornata annuale dedicata al dono (istanza d’Arengo n.28) – Per l’utilizzo di immobile sito a Serravalle sottoposto a sequestro cautelare da parte di associazioni culturali e di assistenza sociale operanti nel medesimo Castello (istanza d’Arengo n.7) – Per l’introduzione del divieto di sorvoli da parte di velivoli militari e di velivoli non monitorabili (istanza d’Arengo n.22) – Per l’introduzione di una legge speciale che tuteli chi è estromesso per vari motivi dal mondo del lavoro e che garantisca ad ogni cittadino di far fronte ai bisogni di sostentamento funzionali alla conduzione di una vita dignitosa (istanza d’Arengo n.31)

10. Votazione Ordini del Giorno presentati nelle precedenti sessioni consiliari: a) Ordine del Giorno presentato dalla Coalizione Democrazia in Movimento e dai Gruppi Consiliari del PSD e del PS per la revisione della normativa al fine della parità di trattamento delle persone LGBTI b) Ordine del Giorno presentato dal Gruppo Consiliare di R.E.T.E. per la consegna al Presidente della III Commissione Consiliare Permanente della relazione Carisp redatta dal già Direttore di BCSM, Dott. Savorelli, indirizzata al F.M.I. e consegnata al CCR c) Ordine del Giorno presentato dal Gruppo Consiliare di Movimento Civico R.E.T.E. per impegnare il Governo a riferire nella prima seduta utile del Consiglio Grande e Generale o della Commissione Consiliare competente sui giochi della sorte e relativi progetti e partnership d) Ordine del Giorno presentato dai Gruppi Consiliari di Maggioranza affinché sia intrapreso un percorso con le forze politiche e sociali per giungere alle modifiche normative di tutela delle unioni affettive e) Ordine del Giorno presentato dai Gruppi Consiliari di Opposizione per una valutazione generale sui vari servizi offerti dalla struttura Casale La Fiorina e per l’istituzione di un organismo di confronto tra la struttura e le famiglie degli ospit

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy