San Marino. Coronavirus, don Mangiarotti: “La vita va difesa sempre”

Ecco una nuova riflessione di don Gabriele Mangiarotti, questa volta però sull’emergenza coronavirus nella Repubblica di San Marino.

A detta del parroco, la difesa della vita sempre, dal concepimento alla fine naturale e il servizio alla sua esistenza, sono “valori più decisivi che una irresponsabile sottolineatura di quei diritti che comportano la morte dei più deboli”. A questo proposito, la riscoperta del bene dell’amore coniugale e la cura dei piccoli nel grembo materno “potranno ridiventare la caratteristica del nostro piccolo grande Paese”.

Inoltre, “solo lasciando spazio nella realtà sociale ai cosiddetti ‘diritti di Dio’, contro ogni censura laicista che vorrebbe relegare il religioso allo spazio privato della coscienza, ritroveremo la vera identità del nostro popolo di San Marino, appartenente per la sua storia a un Santo che ci ha insegnato ad amare la nostra libertà”.

Don Gabriele Mangiarotti, infine, crede che “sia necessario un cammino educativo che non si fermi davanti alle difficoltà e sappia ritrovare canali educativi che non possono più essere quelli solamente istituzionali; bisogna imparare dai fatti che accadono e così ritrovare nella vita quotidiana quella capacità di crescere e maturare che i nostri vecchi ci hanno testimoniato”.

Leggi il testo integrale della nuova riflessione di don Gabriele Mangiarotti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy