San Marino davanti al Moneyval. Oltre 30 i punti contestati

Si legge su La Tribuna Sammarinese: ‘raffreddati gli

entusiasmi del primo giorno, si cerca di correre ai ripari sulle cose non ancora fatte.
Ieri a San Marino il Congresso di Stato si è riunito per approvare un decreto d’urgenza per modificare – a quanto è dato a sapere – la regolamentazione vigente sui libretti al portatore.
Ma i valutatori sono molto severi e non dimenticano nemmeno uno dei punti (erano oltre 30) contestati alla Repubblica di San Marino. La domanda più insistente è stata quella relativa ai conti ‘non intestati’, chiamati in gergo classico ‘conti cifrati’, che sono ancora possibili fino al 2012 se applicati ai libretti di deposito e risparmio.
Commenta il giornale: ‘le banche sammarinesi, ormai abituate a vivere l’emergenza, si trovano quindi già questa mattina a dover rispettare nuove regole restrittive e ad iniziare da subito la campagna di informazione verso i clienti anonimi proprietari di libretti al portatore, indicando la cessazione del servizio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy