San Marino, Decreto Mussoni. Tutta la debolezza della Csu, Michele Guidi

Michele Guidi, Orgoglio Operaio, interviene dalle colonne della Tribuna Sammarinese sulla recente approvazione del Decreto Mussoni.

Il decreto Mussoni, al di là dei contenuti, rappresenta una sconfitta per il movimento dei lavoratori / Lavoro, emarginata la Csu che dimostra tutta la sua debolezza

Ciò
significa che il progetto
economico per il futuro
di San Marino passa attraverso
la deregulation?
Se così fosse dovrebbe
indurre la CSU a riflettere
su una cosa per lei micidiale:
qualsiasi cosa che
gli imprenditori propongono,
senza più dibattito
e confronto fra le parti
sociali, non solo passa
a livello di maggioranza
di governo, ma incide
‘positivamente’ sulle
soluzioni richieste dalla
crisi. Di fronte a questa
involuzione (democratica?)
la Csu rischia di non
riuscire più a mobilitare
le energie necessarie per
condurre la propria lotta.
L’assemblea dei quadri
della scorsa settimana
ne è l’esempio: solo
150 le presenze dei 550
quadri sindacali che avevano
diritto di partecipare,
assemblea seguita
poi da un sit-in sul Pianello
partecipato dai soli
stretti dipendenti del
sindacato.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy