San Marino. Decreto Smac, Unas: ‘Da gennaio scaricate difficoltà estreme su operatori’

L’Unione Nazionale Artigiani Sammarinesi esprime le proprie perplessità riguardo all’entrata in vigore della normativa legata alla certificazione obbligatoria dei ricavi tramite il circuito Smac, prevista a partire dal 1° gennaio.

Ovvio che oramai non ci sono i tempi per il prossimo 1° gennaio, ma il nostro auspicio e che tutti si possano rendere conto delle estreme difficoltà scaricate sugli operatori economici, quando, riconsiderando eventualmente le pressioni fiscali di coloro che utilizzano la SMaC, e limitando l’onere degli operatori alla certificazione dei propri ricavi con metodologie sostenibili e riscontrabili anche in altri Paesi, molte rigidità verrebbero a sparire senza intaccare i principi previsti dalla riforma tributaria.

 E per questo, purtroppo, nella consapevolezza che nei primi mesi ci saranno disagi, difficoltà, tensioni e forse sanzioni assolutamente penalizzanti di un comparto che merita sostegno e rispetto e non attacchi e penalizzazioni, UNAS già dai primi giorni del 2015 si farà promotrice tra i cittadini sammarinesi di una specifica istanza d’arengo sul tema.

Leggi il comunicato Unione Nazionale Artigiani

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy