San Marino. Di nuovo Flavio Pelliccioni in un sequestro da 5 milioni tra Rimini e Riccione

Da  Repubblica.it: Camorra, sequestri per 5 milioni tra Rimini e Riccione / Il provvedimento è stato eseguito nei confronti dell’imprenditore riminese Flavio Pelliccioni

La Direzione investigativa di Napoli, con la collaborazione della sezione operativa Dia di Bologna, ha eseguito un provvedimento di sequestro beni emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Flavio Pelliccioni, 59 anni, imprenditore riminese. L’uomo a dicembre 2011 fu arrestato in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip partenopeo per 57 indagati, ritenuti responsabili a vario titolo di associazione per delinquere di tipo camorristico, estorsione, turbativa delle operazioni di voto mediante corruzioni e concussioni elettorali, truffa ai danni dello Stato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, riciclaggio e reimpiego di capitali di illecita provenienza, reati aggravati dalla finalità di aver agevolato il clan dei Casalesi.

Da Corrierequotidiano.it: L’imprenditore riminese ha procurato anche garanzie per l’ingegnere Nicola Di Caterino, coinvolto nell’inchiesta per la realizzazione del centro commerciale ‘Il Principe’ a Madonna di Briano, frazione del comune di Casal di Principe, mai avvenuta, per la quale è sotto processo l’ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino. Sequestrate quote sociali di due imprese a Riccione nel settore turistico (il Beach paradise e il Beach cafè), una villa con piscina e campo da tennis a Rimini, 6 tra auto e moto e 21 rapporti finanziari.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy