San Marino e Mafia Capitale: Odevaine potrebbe dirci di Iannilli in Bcs-Finproject

La notizia che nella indagine Mafia Capitale un personaggio di alto livello come Luca Odevaine  ha deciso di votare il sacco, potrebbe essere di utilità anche nelle indagini in corso nella Repubblica di San Marino incentrate sulla galassia Banca Commerciale Sammarinese  (conto Mazzini). 

Antonio Pitoni di La Stampa: La confessione di Odevaine: “Prendevo soldi da Buzzi”Quattro ore davanti ai pm di Roma per ricostruire i passaggi di quel flusso di denaro che, ogni mese, il clan di Massimo Carminati, il «cecato» ritenuto dalla Procura di Roma il dominus della cupola capitolina, gli garantiva come compenso per il suo lavoro. Quello di Luca Odevaine, ex capo della polizia provinciale di Roma ed ex vice capo di gabinetto di Veltroni in Campidoglio, era un ruolo importante: una sorta di «spiccia problemi» di Mafia Capitale. Un ruolo che lo stesso Odevaine ha iniziato a ricostruire davanti ai pm parlando dei suoi rapporti con l’organizzazione, a cominciare da quelli con Salvatore Buzzi, l’uomo delle cooperative e, secondo gli investigatori, una delle figure chiave dell’organizzazione criminale. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy