San Marino. Elezioni politiche anticipate, Upr: ‘Prima tradurre in legge i tre quesiti referendari’

L’informazione di San Marino: Upr: “Tradurre in legge i tre quesiti referendari”

“I percorsi politici e Istituzionali – scrive l’Upr – sono semplici e le norme sia elettorali che sul Congresso di Stato lasciano pochi spazi interpretativi. Se le forze che componevano la maggioranza non hanno più visioni univoche sulla continuazione della legislatura le norme ed il buon senso, impongono di imboccare la via delle elezioni politiche anticipate, rendendo impraticabili soluzioni dettate dallo stato di grave emergenza del Paese. Prima però di questo passaggio è fondamentale tradurre in legge i tre quesiti referendari: tetto per gli stipendi, preferenza unica, quorum per il referendum. Altro punto rilevante la stabilità del bilancio dello Stato e le condizioni del settore finanziario. Non occorre essere dei maghi della finanza per capire come lo status del bilancio pubblico sia in forte sofferenza: incertezze nelle scelte, recessione economica, revisione della spesa gestita all’acqua di rose, situazione finanziaria Iss e aumento del debito pubblico, stanno provocando notevoli criticità nel bilancio dello Stato. (…)

 

Leggi il comunicato Upr

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy