San Marino. Gatti-Fiorini, Reggenza fra polemiche. La Voce di Romagna San Marino

Antonella Zaghini di La Voce di Romagna San Marino: Su Pianello ridotto sit in al passaggio del corteo. Non passa la contromossa dell’opposizione / Gatti-Fiorini i nuovi Reggenti / Il Patto scommette di nuovo sull’ex segretario alle Finanze

Il Patto  scommette su Gatti e lo nomina Reggente. A nulla sono valse le proteste dei cittadini che anche ieri, seppure in numero ridotto, si sono ritrovati a manifestare sul Pianello. Una situazione di insofferenza verso colui che sarà di lì a poco il nuovo capo di Stato in pectore che segna una prima volta assoluta nella millenaria storia  dell’istituzione della reggenza. Lo stesso a nulla sono serviti i messaggi diplomatici giunti dall’Italia che avrebbe valutato la nomina come il ritorno alla vecchia politica, a dispetto della richiamata voglia di San Marino di imboccare la nuova strada. Ieri pomeriggio i giochi erano fatti. la Dc non ha avuto alcun tentennamento e seguendo la scansione del rigido protocollo  con tanto di passaggio in Basilica per i ‘sessanta’ a fresi ispirare dal Santo Marino, Gabriele Gatti salirà per la prima volta alla Suprema Magistratura. Prima volta anche per Matteo Fiorini, l’altra nomina nata in casa Ap.

Nemmeno la contromossa dell’opposizione che ha puntato su una coppia alternativa, Matteo Fiorini la candidatura di Ap e Francesca Michelotti di Su, una figura in grado di dare serenità  a diverse anime del Patto, è valsa a qualcosa. Nulla da fare. Il segnale lo dà la sparizione dell’ultimo cartello sul Pianello, quello più forte: “Preferisco sei mesi emorroidi”. L’esito “positivo” della votazione dei candidati alla più alta carica dello Stato viene accolto in silenzio fuori da Palazzo Pubblico dallo sparuto gruppo “anti-Gatti”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy