San Marino. I 6 mld di dollari di un ungherese dal Giappone, le anomalie. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri, L’informazione di San Marino: Le anomalie riscontrate dalla magistratura riguardano importi, mediatori, investitori e mancata segnalazione

Felici parla di “contatti avuti con
promotori e portatori di progetti
economici”. Contatti che fanno
parte dell’ordinaria amministrazione
delle Segreterie di Stato. I
magistrati parlano di “abboccamenti,
trattative, scambi epistolari
e incontri”, tra soggetti indagati
nella Tangentopoli sammarinese,
i vertici di Banca Centrale ed
esponenti di governo. Comunque
li si voglia chiamare, le anomalie
riscontrate dalla magistratura restano.
(…)

L’operazione sospetta
E perché l’operazione risulterebbe
sospetta? Perché, intanto,
l’importo di 6 miliardi di dollari
di un ungherese dal Giappone

ha già di per sé la connotazione
di una transazione da segnalare
all’Agenzia di informazione finanziaria
o al tribunale. Ma, oltre
a ciò, ci sono altri elementi.
(…)

L’investitore (…) La trattativa, certo, fu interrotta.
Il problema, anche qui, è che né
prima, né durante, né dopo, venne
segnalata l’operazione sospetta
ad Aif o tribunale. Ed è proprio
su questo che vogliono vederci
chiaro i magistrati, considerata
anche la portata dell’operazione
miliardaria ritenuta opaca
. (…)

Leggi l‘intero articolo pubblicato il 1° ottotbre


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy