San Marino. I Reggenti in visita al Parlamento britannico. Espressi sentimenti di ammirazione e condivisione

Continua la visita in Gran Bretagna dei Reggenti Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini.

“Non contano le dimensioni dei Paesi ma la grandezza delle rispettive popolazioni”, così Sir Lindsay Hoyle, Speaker della House of Commons, ha voluto sintetizzare la sua ammirazione per la Repubblica di San Marino, la sua storia, le sue istituzioni.
“Il vostro Paese – ha aggiunto – è un encomiabile esempio di democrazia e insieme dobbiamo lavorare per favorire la pace”.

A riportarle, un comunicato della Segreteria Istituzionale che precisa: “Sul tavolo delle relazioni fra San Marino e Regno Unito ci sono accordi di carattere economico e finanziario, come la protezione degli investimenti e contro le doppie imposizioni fiscali, sui quali ieri si è registrato il convinto via libera del Primo Ministro, Boris Johnson, ma anche importanti collaborazioni per l’affermazione dei più profondi principi democratici. Temi sui quali ha messo l’accento anche l’ex Ministro degli Esteri britannico, Jeremy Hunt, che ha salutato caldamente la Reggenza e la delegazione di Governo, ricordando i sentimenti di affetto e di ammirazione riportati nel corso della sua recente visita sul Titano”.

La nota aggiunge: “Introdotti dal Presidente dell’APPG, il Gruppo di Amicizia Interparlamentare sammarinese con il Regno Unito, Andrew Rosindell, gli Eccellentissimi Capitani Reggenti si sono intrattenuti a colloquio anche con il Presidente della Commissione Esteri Tom Tugendhat, che ribadito la volontà di intensificare la cooperazione con la Repubblica di San Marino proprio sulla base dei principi e valori condivisi, che in questa fase storica rivestono un’importanza ancora superiore.

Le loro Eccellenze, Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini, accompagnati dai Segretari di Stato agli Esteri, Beccari e al Lavoro, Lonfernini, si sono poi spostati a Buckingam Palace per il conferimento alla Regina Elisabetta del Gran Collare dell’Ordine Equestre di San Marino, già assegnato il 20 febbraio del 1937 a suo padre, predecessore sul trono di Gran Bretagna e Irlanda e Imperatore delle Indie, Sua Maestà Giorgio VI.

Al termine – prosegue il comunicato -, l’Ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, Raffaele Trombetta, informato della presenza a Londra della Reggenza, ha voluto portare il proprio saluto personale e quello della Repubblica italiana.

La visita londinese dei Capi di Stato – si legge in fine – si è conclusa alla sede dell’IMO, l’Organizzazione Marittima Internazionale, l’agenzia delle Nazioni Unite di cui San Marino è Stato membro da 20 anni, incontrando il Segretario Generale, Kitack Lim, a cui l’Ambasciatore di San Marino presso il Regno Unito, Silvia Marchetti ha consegnato l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine Equestre di Sant’Agata conferita dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti. Presente l’Ambasciatore di San Marino presso l’IMO, Giampaolo Bensaia”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy