San Marino. Il comitato bimbi e genitori chiede l’apertura dei centri estivi

Il comitato bimbi e genitori di San Marino torna a rivolgere una serie di richieste all’esecutivo.

In seguito al precedente comunicato del 13 maggio, al quale peraltro non abbiamo ricevuto risposte, siamo a rimarcare nuovamente i nostri punti che sono:  Apertura plessi scolastici Si richiede a gran voce l’apertura dei centri estivi a fine calendario scolastico e l’apertura immediata delle scuole a partire dagli asili nido e infanzia, ricordiamo che i più piccoli, sono anche i più fragili ed hanno necessità di socialità e stare insieme per non aggravare la situazione che già è al limite, subito dietro devono partire le scuole elementari. Per le Medie, vista la bella stagione, aggiungeremmo la possibilità di aprire una sessione straordinaria di giochiamo allo Sport con insegnanti che faranno svolgere attività all’aperto in tutti i Castelli di SM almeno per mezza giornata. Per superiori ed università vorremmo l’apertura immediata, anche in questo caso con tutte le precauzioni necessarie. Vogliamo inoltre rimarcare l’assoluta necessità delle aperture di tutti i plessi scolastici per i bambini e ragazzi con disabilità fisiche ed intellettive che in questi 80 giorni si sono ritrovati esclusi dall’inclusione che è la cosa più importante per loro, per i loro genitori e per tutti noi.

Siamo in completo disaccordo sulla DAD che recenti studi han confermato non essere efficace ai fini dell’apprendimento.  Babysitter Si richiede nell’immediato che venga autorizzata la possibilità di assumere babysitter e che la stessa o altra persona di fiducia, possa accudire più bambini, questo vorrebbe dire un esborso minore da parte delle famiglie che si trovano già in notevole difficoltà, soprattutto nel momento in cui non ci sono Bonus statali da cui attingere.  Apertura giochi Si chiede la riapertura immediata dell’accesso ai giochi e attrezzature sportive presenti nei parchi. In poco tempo abbiamo avuto il consenso di oltre 250 famiglie che ripongono fiducia in questo comitato. Stiamo meditando delle azioni collettive durante le quali coglieremo l’occasione per richiedere un incontro con il Consiglio. Ci rendiamo disponibili per un incontro sin da ora”.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy