San Marino. Il copione delle truffe assicurative. Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino

SAN MARINO. Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino svela alcuni  passi della relazione Pier Felici  (vedi l‘articolo di ieri ) inerenti la truffa delle assicurazioni auto messe in  atto da italiani in  quel di San Marino.

(…) Il copione è quasi sempre
lo stesso: due auto, cariche
di persone, salgono
da Rimini verso il Titano.
Aspettano di varcare il
confine e poi si tamponano.
Il risultato è una decina
di colpi di frusta liquidati
oro a San Marino
dalle assicurazioni, almeno
cinque volte in più che
in Italia. Basta guardare i
dati del Pronto soccorso
per insospettirsi: su 552
incidenti stradali registrati
nel 2012, e 3.290
nell’ultimo quinquennio,
il 73% fanno registrare
traumi del rachide, 10
punti percentuali in più
rispetto all’Italia. A smascherare
«molti incidenti
costruiti» ci ha pensato il
protocollo di accertamento
territoriale che coinvolge
le forze dell’ordine.
Nel 2011 la Polizia civile
ha rilevato 210 incidenti,
a cui se ne sono aggiunti
569 da referto ospedaliero.
D’altronde, il Titano è
meta ghiotta per questo
genere di furbetti: se in Italia
un punto percentuale
di invalidità permanente
per un 30enne viene liquidato
con 740 euro (mille
con danni morali), a
San Marino “vale” 4mila,
5.500 con danni morali.

Leggi l’intero articolo di Patrizia Cupo pubblicato il 19


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy