San Marino. Il Segretario per la Sanità a processo per ingiuria, Antonio Fabbri

Il Segretario per la Sanità a processo per ingiuria

Aveva offeso tramite il proprio profilo facebook l’allora consigliere di Ssd Stefano Spadoni Udienza fissata per il 17 aprile

Antonio Fabbri

A ridosso dei giorni del cosiddetto “blitz” in Cassa di Risparmio, per il quale è stato rinviato a giudizio e di cui si attende di conoscere la data della prima udienza del processo, il Segretario di Stato alla Sanità, allora consigliere di Rete, Roberto Ciavatta, si rendeva protagonista di un altro episodio di intemperanza verbale o, meglio, scritta via facebook. Infatti insultò l’allora Consigliere di Ssd Stefano Spadoni.

Che cosa era successo? Il consigliere Spadoni aveva pubblicato sul proprio profilo facebook il comunicato stampa di Cassa di Risparmio, relativo, appunto, all’episodio dell’ingresso in Cairsp durante la riunione del Cda di Ciavatta e di Emanuele Santi. Ciavatta era intervenuto in un commento di quel post e aveva apostrofato il consigliere di Ssd insultandolo, con parole ingiuriose del tenore di “uomo di m…”.

Epiteti che richiamano tra l’altro alla mente le stesse espressioni scritte sempre su facebook all’indirizzo di altri, allora ai vertici di Cassa. Sta di fatto che il consigliere Spadoni per questa ingiuria e per altre frasi offensive, ha sporto querela.

Il caso è stato trattato dal Commissario della legge Simon Luca Morsiani, che ha emesso decreto penale di condanna per ingiuria, condannando Ciavatta ad una multa. Il decreto penale è stato impugnato, a novembre scorso, dall’interessato e, come previsto dalle norme, è scattato quindi il rinvio a giudizio. L’udienza del processo relativo a questo episodio nel quale è contestata appunto l’ingiuria, è stata fissata per il 17 aprile prossimo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy