San Marino. Il segretario Ugolini incontra il ministro Cartabia a Venezia

La Repubblica di San Marino partecipa alla conferenza ministeriale sulla giustizia “Crimine e giustizia penale: il ruolo della giustizia riparativa in Europa”.

Lo comunicano in una nota congiunta la segreteria di Stato per la Giustizia e la segreteria di Stato per gli Affari Esteri.

Si è tenuta a Venezia ieri e oggi una conferenza ministeriale sulla giustizia intitolata “Crimine e giustizia penale: il ruolo della giustizia riparativa in Europa”, organizzata dal governo italiano nell’ambito della presidenza di turno italiana del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, alla quale ha partecipato il segretario di Stato per la Giustizia, Massimo Ugolini, accompagnato dall’ambasciatore di San Marino al Consiglio d’Europa, Eros Gasperoni, e dal direttore di dipartimento Affari Istituzionali e Giustizia, Romina Parenti.

La conferenza si è sviluppata in tre distinte sessioni, dedicate alla “giustizia riparativa in materia penale minorile”, alla “giustizia riparativa come complemento del sistema di giustizia penale per sostenere una sua riforma che miri alla desistenza dal crimine, al recupero sia delle vittime che degli autori di reato e alla loro reintegrazione nella società” e alla necessità di una “formazione diffusa in materia di giustizia riparativa per attuare a livello nazionale la raccomandazione n. 8 del 2018 del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa”.

I quarantasette Paesi membri del Consiglio d’Europa “hanno condiviso le loro rispettive esperienze in materia di giustizia riparativa”.

Mentre alcuni Paesi “hanno già formalmente introdotto nei loro ordinamenti e sviluppato, in termini di applicazione pratica, il sistema della giustizia riparativa”, altri Paesi, tra i quali San Marino, “non contemplano ancora un simile istituto in seno ai propri ordinamenti, ma, ciononostante, conoscono meccanismi di giustizia penale che perseguono le medesime finalità generali”.

Ugolini è intervenuto nella seconda sessione della conferenza, tenutasi nel pomeriggio di lunedì scorso “per illustrare brevemente i suddetti meccanismi offerti in questo senso dalla giustizia penale sammarinese nonché quelli in itinere contenuti nel recente progetto di riforma della procedura penale in attesa di esame in sede referente, e ha assicurato il sostegno del governo sammarinese alla presidenza di turno italiana del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa lungo tutto l’arco temporale del semestre di presidenza (novembre 2021-maggio 2022)”.

Nella mattinata odierna Ugolini “si è intrattenuto in un cordiale e proficuo colloquio bilaterale con il ministro italiano di Giustizia, Marta Cartabia, per fare il punto della situazione su alcuni progetti di collaborazione reciproca in corso d’opera e per accordarsi su ulteriori temi oggetto di cooperazione per il futuro”.

Ugolini “ha altresì informato Cartabia della recente approvazione in Consiglio Grande e Generale del progetto di riforma dell’ordinamento giudiziario sammarinese teso a dare piena ed effettiva attuazione alle raccomandazioni rivolte alla Repubblica di San Marino dal Gruppo di Stati contro la Corruzione del Consiglio d’Europa nel rapporto sul IV ciclo di valutazione’.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy