San Marino. In Consiglio i 51 milioni di deficit

I lavori del Consiglio Grande e Generale si sono concentrati ieri sull’assestamento di bilancio 2011 che deve affrontare un aumento del deficit previsionale da 38 a 51 milioni di euro e ha scatenato le ire del sindacato per l’articolo 6, che prevede di ripianare il disavanzo delle pensioni di artigiani e
commercianti con un prelievo straordinario dal Fondo comune di riserva
di rischio
.

Ne parla l’Agenzia Dire

I lavori del Consiglio grande e generale si incentrano quindi sul
dibattito dedicato alla presentazione in prima lettura della variazione
di bilancio che, come annunciato nelle scorse settimane, prevede un
aumento del deficit previsionale da 38 a 51 milioni di euro. A incidere
sui conti, sono stati, spiega il segretario di Stato, l’istituzione del
fondo di Garanzia dei depositanti
, con un contributo di 5 milioni di
euro a carico dello Stato, e la contrazione dell’imposta Igr, sempre per
un valore di 5 milioni di euro, dovuta in generale “agli effetti
negativi della crisi del sistema finanziario che impattano sulle
redditivita’ delle
banche”.
Segue poi la presentazione di quattro provvedimenti da parte del capogruppo del Partito
socialista riformista, Paolo Crescentini

Leggi Agenzia Dire

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI OGGI

OGGI I GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy