San Marino. Indagine Conto Mazzini: perquisita la casa di Giuseppe Roberti. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Perquisizioni anche in casa per Roberti. Oltre ai sequestri di beni disposto, come in altri casi, anche il sequestro di chiavette usb e supporti informatici

Le perquisizioni e sequestri di qualche giorno fa a carico di Giuseppe Roberti, disposte dalla magistratura sammarinese ed eseguite dalla Guardia di finanza di Rimini, hanno interessato anche l’abitazione di Roberti. Disposti sequestri, fino alla concorrenza di 165milioni di euro, l’importo di riciclaggio, cioè, che viene contestato all’associazione a delinquere di cui Roberti assieme ad altri viene accusato nell’ambito delle indagini sulla tangentopoli sammarinese-conto Mazzini. Sequestro disposto su conti, immobili e un trust, che per l’accusa è servito per schermare i beni. Il trust è uno solo, specifica la difesa di Roberti, e deriva dalla trasformazione di un fondo patrimoniale del 1998. Si tratta di un trust familiare con all’interno un bene immobile. Disposto, inoltre, il sequestro di documenti, chiavette usb e supporti informatici.


Giuseppe Roberti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy