San Marino. Interpellanza Psrs sul canone delle società concessionarie di telefonia

I Consiglieri del Psrs, Paolo Crescentini e Paride Andreoli, hanno presentato un’interpellanza relativa al canone pagato dalle società concessionarie per i servizi di telecomunicazione a San Marino.

Alla luce di quanto esposto, interpello, pertanto, il Governo per conoscere:
a)  
 l’ammontare nel 2010 delle entrate versate dalle società
concessionarie di telefonia, in base al canone del 4,5%, divise per
singole società;
b)    il previsionale di entrata per l’anno 2011, sempre diviso per singole società concessionarie;
c)    quante sono le società non concessionarie che coprono con il loro segnale il territorio sammarinese ed i loro nomi;
d)    il numero delle utenze registrate sul nostro territorio appartenenti a tali compagnie telefoniche;
e)    l’ammontare del traffico telefonico che esse generano sul nostro territorio;
f)    l’ammontare del mancato incasso da parte dello Stato del 4,5% del canone che esse dovrebbero corrispondere;
g)  
 come intenda porre rimedio ad una situazione che sta diventando
insostenibile e che rischia di creare tensioni e contrasti anche con le
società regolarmente autorizzate, che puntualmente pagano il canone.

Leggi testo interpellanza Psrs

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy