San Marino. Intossicazione in piscina: Gens Aquatica chiede che siano accertate le responsabilita’

SAN MARINO. In una nota giunta nella mattinata odierna, la Gens Aquatica San Marino, all’ indomani dei gravi episodi accaduti nella piscina di Borgo Maggiore agli atleti tesserati con la Gens Aquatica e in modo significativo a tre di essi per i quali e’ stato necessario il ricovero ospedaliero, richiede pubblicamente che vengano accertate le responsabilità degli episodi di “intossicazione” accaduti, e nello stesso tempo vengano prese tutte le misure atte a proteggere tutti gli utenti della piscina. 

Esprime vicinanza e solidarietà alle famiglie dei ragazzi vittime di tali esecrabili avvenimenti e ringrazia sentitamente l’allenatore societario Yari Caveduri e i genitori presenti per il pronto intervento nel soccorrere gli atleti stessi e nel richiedere l’intervento del 118. Chiede a tutti gli organi preposti di dare risposte certe e immediate alla sicurezza degli atleti e degli utenti della struttura.  

Comunicato Stampa Gens Aquatica San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy